LEGGE 31 dicembre 2009, n. 196

Legge di contabilita' e finanza pubblica. (09G0201)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/01/2010 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/05/2021)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 14-6-2016
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 35. 
 
                     (Risultanze della gestione) 
 
    1. Il  Ministro  dell'economia  e  delle  finanze  presenta  alle
Camere,  entro  il   mese   di   giugno,   il   rendiconto   generale
dell'esercizio  scaduto  il   31   dicembre   dell'anno   precedente,
articolato per missioni e programmi. Il relativo disegno di legge  e'
corredato di apposita nota preliminare generale. 
    ((2. Al rendiconto di cui al comma 1  e'  allegata  per  ciascuna
amministrazione  una  nota  integrativa.  Per  le  entrate,  la  nota
integrativa espone le risultanze della gestione;  per  la  spesa,  e'
articolata per missioni e programmi in coerenza  con  le  indicazioni
contenute nella nota integrativa al bilancio  di  previsione  di  cui
all'articolo 21,  comma  11,  lettera  a).  La  nota  integrativa  al
rendiconto per ciascun  programma  di  spesa,  con  riferimento  alle
azioni sottostanti, illustra i  risultati  finanziari  per  categorie
economiche di spesa,  motivando  gli  eventuali  scostamenti  tra  le
previsioni iniziali di spesa e quelle finali indicate nel  rendiconto
generale dello Stato tenuto conto dei principali  fatti  di  gestione
intervenuti nel corso dell'esercizio. Essa contiene inoltre l'analisi
e la valutazione del grado di realizzazione degli obiettivi  indicati
nella nota integrativa di cui all'articolo 21, comma 11, lettera  a),
in coerenza con il relativo schema e i relativi indicatori, motivando
gli eventuali scostamenti rispetto a quanto  previsto,  anche  tenuto
conto dell'evoluzione del quadro socio economico  e  delle  eventuali
criticita' riscontrate.)) 
    3. ((COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 12 MAGGIO 2016, N. 90)). 
    4. I regolamenti  parlamentari  stabiliscono  le  modalita'  e  i
termini per l'esercizio del controllo,  da  parte  delle  Commissioni
parlamentari competenti per materia, dello stato  di  attuazione  dei
programmi e delle relative risorse finanziarie.