LEGGE 8 febbraio 2006, n. 61

Istituzione di zone di protezione ecologica oltre il limite esterno del mare territoriale.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/3/2006 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/06/2014)
Testo in vigore dal: 21-8-2014
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2. 
Applicazione della normativa all'interno  delle  zone  di  protezione
                              ecologica 
  1. Nell'ambito delle zone  di  protezione  ecologica  istituite  ai
sensi dell'articolo 1 l'Italia esercita la propria  giurisdizione  in
materia  di  protezione  e  di  preservazione  dell'ambiente  marino,
compreso il patrimonio archeologico e storico, conformemente a quanto
previsto dalla citata Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del
mare e  della  Convenzione  UNESCO  del  2001  sulla  protezione  del
patrimonio culturale subacqueo, adottata a Parigi il 2 novembre 2001,
dalla data della sua entrata in vigore per l'Italia. 
  2. Entro le zone di protezione ecologica si  applicano,  anche  nei
confronti delle navi battenti bandiera straniera e delle  persone  di
nazionalita' straniera, le norme del diritto  italiano,  del  diritto
dell'Unione europea e  dei  trattati  internazionali  in  vigore  per
l'Italia in materia di prevenzione e repressione di tutti i  tipi  di
inquinamento marino, ivi compresi l'inquinamento da navi e  da  acque
di zavorra, l'inquinamento da immersione di  rifiuti,  l'inquinamento
da attivita' di esplorazione e di sfruttamento  dei  fondi  marini  e
l'inquinamento  di  origine  atmosferica,  nonche'  in   materia   di
protezione  dei  mammiferi,  della  biodiversita'  e  del  patrimonio
archeologico e storico. 
  ((3. Alle  attivita'  di  pesca  si  applica  quanto  previsto  dal
regolamento (UE) n. 1380/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio,
dell'11 dicembre 2013)). 
  La presente legge, munita del sigillo dello Stato,  sara'  inserita
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato. 
    Data a Roma, addi' 8 febbraio 2006 
                               CIAMPI 
                                 Berlusconi, Presidente del Consiglio 
                              dei Ministri 
                                   Matteoli, Ministro dell'ambiente e 
                              della tutela del territorio 
Visto, il Guardasigilli: Castelli