LEGGE 9 gennaio 2004, n. 4

((Disposizioni per favorire e semplificare l'accesso degli utenti e, in particolare, delle persone con disabilita' agli strumenti informatici)).

note: Entrata in vigore del provvedimento: 1/2/2004 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2021)
Testo in vigore dal: 1-1-2022
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4. 
                   (Obblighi per l'accessibilita) 
 
    1. Nelle procedure svolte dai soggetti  di  cui  all'articolo  3,
comma 1, per l'acquisto  di  beni  e  per  la  fornitura  di  servizi
informatici, i requisiti di accessibilita'  stabiliti  con  le  linee
guida  di  cui   all'articolo   11   sono   necessari.   La   mancata
considerazione  dei  requisiti  di   accessibilita'   o   l'eventuale
acquisizione di beni  o  fornitura  di  servizi  non  accessibili  e'
consentita nei casi  di  cui  all'articolo  3,  comma  2,  ovvero  in
presenza di un onere sproporzionato  nei  casi  di  cui  all'articolo
3-ter ed e' adeguatamente motivata. La previsione di cui  al  secondo
periodo si applica anche all'acquisizione di beni o alla fornitura di
servizi effettuata dai soggetti di cui all'articolo 3, comma 1-bis. 
    2. I soggetti di cui all'articolo 3, commi 1 e 1-bis, non possono
stipulare, a pena di nullita', contratti per la  realizzazione  e  la
modifica di siti web e applicazioni mobili quando non e' previsto che
essi rispettino i requisiti di accessibilita' stabiliti  dalle  linee
guida  di  cui  all'articolo  11,   fatto   salvo   quanto   previsto
dall'articolo 3-ter. I contratti in essere alla data di pubblicazione
delle linee guida  di  cui  all'articolo  11,  in  caso  di  rinnovo,
modifica o  novazione,  sono  adeguati,  a  pena  di  nullita',  alle
disposizioni della presente legge circa il rispetto dei requisiti  di
accessibilita', con l'obiettivo di realizzare tale adeguamento  entro
dodici mesi dalla medesima data  di  adozione  delle  predette  linee
guida. 
    ((2-bis. Nelle more dell'adozione della disciplina di recepimento
della direttiva (UE) 2019/882 del Parlamento europeo e del Consiglio,
del 17 aprile 2019, i siti web e le applicazioni  mobili  realizzati,
alla data di pubblicazione delle linee guida di cui  all'articolo  11
della presente legge, dai soggetti erogatori di cui  all'articolo  3,
comma 1-bis, sono adeguati alle disposizioni della presente legge  in
materia di rispetto dei  requisiti  di  accessibilita'  entro  il  28
giugno 2022)). 
    3. La concessione di contributi pubblici a soggetti  privati  per
l'acquisto di beni e servizi informatici  destinati  all'utilizzo  da
parte di lavoratori con disabilita' o  del  pubblico,  anche  per  la
predisposizione di postazioni  di  telelavoro,  e'  subordinata  alla
rispondenza di tali beni e servizi  ai  requisiti  di  accessibilita'
stabiliti dalle linee guida di cui all'articolo 11. 
    4. I datori di lavoro pubblici e privati pongono  a  disposizione
del dipendente con disabilita' la strumentazione hardware e  software
e la tecnologia assistiva adeguata alla specifica disabilita',  anche
in caso di telelavoro,  in  relazione  alle  mansioni  effettivamente
svolte. Ai datori di lavoro privati si applica la disposizione di cui
all'articolo 13, comma 1, lettera c), della legge 12 marzo  1999,  n.
68. L'Agenzia per l'Italia Digitale stabilisce le specifiche tecniche
delle   suddette   postazioni,   nel   rispetto    della    normativa
internazionale. 
    5. I datori di  lavoro  pubblici  provvedono  all'attuazione  del
comma 4 nell'ambito delle specifiche dotazioni di bilancio  destinate
alla realizzazione e allo sviluppo del sistema informatico.