DECRETO LEGISLATIVO 8 gennaio 2004, n. 1

Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 29 gennaio 1998, n. 19, concernente «La Biennale di Venezia», ai sensi dell'articolo 1 della legge 6 luglio 2002, n. 137.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 15/1/2004 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/01/2005)
Testo in vigore dal: 15-1-2004
attiva riferimenti normativi
                               Art. 6.
  1.  L'articolo 6 del decreto legislativo 29 gennaio 1998, n. 19, e'
sostituito dal seguente:
  «Art.  6  (Patrimonio).  -  1.  Il  patrimonio  della Fondazione e'
costituito da:
    a) i beni mobili ed immobili di cui e' proprietaria;
    b) i  beni  mobili  e  immobili  che  possono  essere  conferiti,
eventualmente anche in proprieta', dallo Stato o da altri soci per la
costituzione del patrimonio;
    c) i  lasciti,  le donazioni e le erogazioni di qualsiasi genere,
destinati  dal  disponente  ad  incremento del patrimonio stesso. Per
l'accettazione  delle  eredita' trova applicazione l'articolo 473 del
codice civile.
  2. Il valore complessivo dei conferimenti al patrimonio costituisce
il fondo di dotazione della Fondazione.
  3.  Per  esigenze  connesse all'espletamento dei propri compiti, la
Fondazione  puo'  disporre del patrimonio nel limite del 20 per cento
del  valore iscritto nell'ultimo bilancio approvato, con l'obbligo di
provvedere alla sua ricostituzione entro i due esercizi successivi.
  4.  Le  disposizioni  del  comma  3  non  si applicano in regime di
commissariamento.».
          Nota all'art. 6:
              - Il  testo  dell'art. 473 del codice civile, approvato
          con   regio  decreto  16 marzo  1942,  n.  262,  pubblicato
          nell'edizione   straordinaria   della   Gazzetta  Ufficiale
          4 aprile 1942, n. 79, come sostituito dalla legge 22 luglio
          2000, n. 192, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 12 luglio
          2000, n. 161, e' il seguente:
              «Art.  473 (Eredita' devolute a persone giuridiche o ad
          associazioni,  fondazioni  ed  enti  non  riconosciuti).  -
          L'accettazione   delle   eredita'   devolute  alle  persone
          giuridiche  o  ad  associazioni,  fondazioni  ed  enti  non
          riconosciuti non puo' farsi che col beneficio d'inventario.
              Il presente articolo non si applica alle societa'.».