LEGGE 20 luglio 2004, n. 215

Norme in materia di risoluzione dei conflitti di interessi.

note: Entrata in vigore della legge: 2-9-2004 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/04/2005)
Testo in vigore dal: 7-11-2004
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9
         Potenziamento dell'organico dell'Autorita' garante
          della concorrenza e del mercato e dell'Autorita'
                 per le garanzie nelle comunicazioni

  1.  I  ruoli organici di cui all'articolo 11 della legge 10 ottobre
1990,  n.  287, e all'articolo 1, ((comma 17)), della legge 31 luglio
1997,  n.  249,  sono  integrati  di  15  unita' per ciascun ruolo in
relazione   ai   compiti   attribuiti   all'Autorita'  garante  della
concorrenza  e  del  mercato  e  all'Autorita'  per le garanzie nelle
comunicazioni  dalla  presente  legge.  Le  Autorita'  possono  anche
utilizzare,  nel  limite di un contingente di 15 unita' per ciascuna,
personale  eventualmente resosi disponibile a seguito dell'attuazione
dei  processi di riordino e di accorpamento di enti e amministrazioni
pubbliche  o  posto  in  posizione di comando o in analoghe posizioni
secondo  i rispettivi ordinamenti, con imputazione alle Autorita' del
solo  trattamento  accessorio  spettante  al  predetto personale. Con
decreto  del  Presidente  del  Consiglio dei ministri sono definiti i
profili professionali richiesti.
  2.  Nell'ambito  dei  profili professionali individuati nel decreto
del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  di  cui  al  comma 1,
l'Autorita'  garante  della concorrenza e del mercato puo' provvedere
all'assunzione  di  10  unita' di personale, aggiuntive rispetto alla
pianta  organica  prevista  dall'articolo 11, comma 1, della legge 10
ottobre  1990,  n.  287,  con  una  corrispondente  riduzione  di  10
contratti  di diritto privato a tempo determinato, previsti dal comma
4  dello  stesso articolo, equivalenti sotto il profilo finanziario e
tali da non produrre maggiori oneri.
  3.  Per  le finalita' del presente articolo e' autorizzata la spesa
di   1.462.000  euro  annui  a  decorrere  dall'anno  2004  a  favore
dell'Autorita' garante della concorrenza e del mercato e di 1.462.000
euro  annui a decorrere dall'anno 2004 a favore dell'Autorita' per le
garanzie  nelle  comunicazioni.  Al  relativo onere, pari a 2.924.000
euro   annui   a  decorrere  dall'anno  2004,  si  provvede  mediante
corrispondente  riduzione  dello  stanziamento  iscritto, ai fini del
bilancio triennale 2004-2006, nell'ambito dell'unita' previsionale di
base di parte corrente "Fondo speciale" dello stato di previsione del
Ministero  dell'economia  e delle finanze per l'anno 2004, allo scopo
parzialmente   utilizzando   l'accantonamento  relativo  al  medesimo
Ministero.
  4.  Il  Ministro  dell'economia  e  delle finanze e' autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.