LEGGE 2 luglio 2004, n. 165

Disposizioni di attuazione dell'articolo 122, primo comma, della Costituzione.

note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/7/2004 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/03/2021)
vigente al 18/04/2021
Testo in vigore dal: 9-3-2021
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5. 
              (Durata degli organi elettivi regionali) 
 
   1. Gli organi elettivi delle regioni durano in carica  per  cinque
anni,  fatta  salva,  nei   casi   previsti,   l'eventualita'   dello
scioglimento  anticipato  del  Consiglio  regionale.  Il  quinquennio
decorre per ciascun Consiglio dalla data della elezione e le elezioni
dei nuovi Consigli hanno luogo non oltre i sessanta giorni successivi
al termine del quinquennio o nella domenica compresa nei  sei  giorni
ulteriori. (5) (6) (7) ((9)) 
 
    La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato. 
      Data a Roma, addi' 2 luglio 2004 
 
                               CIAMPI 
 
                    Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri 
        Bossi, Ministro per le riforme istituzionali e la devoluzione 
                         La Loggia, Ministro per gli affari regionali 
 
Visto, il Guardasigilli: Castelli 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  IL D.L. 20 aprile 2020, n. 26 ha disposto (con l'art. 1,  comma  1,
lettera d)) che "In considerazione della situazione epidemiologica da
COVID-19,  in  via  eccezionale,  i  termini  per  le   consultazioni
elettorali di cui al presente comma  sono  fissati  come  di  seguito
indicato: 
  a) [...]; 
  b) [...]; 
  c) [...]; 
  d) in deroga a quanto previsto  dall'articolo  5,  comma  1,  della
legge 2 luglio 2004, n. 165, gli  organi  elettivi  delle  regioni  a
statuto ordinario il cui rinnovo e' previsto entro il 2  agosto  2020
durano in carica cinque anni e tre  mesi;  le  relative  elezioni  si
svolgono esclusivamente nei sessanta  giorni  successivi  al  termine
della nuova scadenza del mandato o nella domenica  compresa  nei  sei
giorni ulteriori". 
  Ha inoltre disposto (con l'art. 1, comma 2) che "In  considerazione
di sopravvenute specifiche situazioni epidemiologiche da COVID-19, le
consultazioni elettorali di cui  al  comma  1,  anche  gia'  indette,
possono essere  rinviate  di  non  oltre  tre  mesi,  con  lo  stesso
provvedimento previsto per la relativa  indizione.  Restano  comunque
valide le operazioni gia' compiute per lo svolgimento delle  elezioni
medesime". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (6) 
  IL D.L. 20 aprile 2020, n. 26, convertito con  modificazioni  dalla
L. 19 giugno 2020, n. 59, ha disposto (con l'art. 1, comma 1, lettera
d))  che  "In  considerazione  della  situazione  epidemiologica   da
COVID-19,  in  via  eccezionale,  i  termini  per  le   consultazioni
elettorali di cui al presente comma  sono  fissati  come  di  seguito
indicato: 
  a) [...]; 
  b) [...]; 
  c) [...]; 
  d) in deroga a quanto previsto  dall'articolo  5,  comma  1,  della
legge 2 luglio 2004, n. 165, gli  organi  elettivi  delle  regioni  a
statuto ordinario il cui rinnovo e' previsto entro il 2  agosto  2020
durano in carica cinque anni e tre  mesi;  le  relative  elezioni  si
svolgono esclusivamente tra il quindicesimo e il sessantesimo  giorno
successivo al termine  della  nuova  scadenza  del  mandato  o  nella
domenica e nel lunedi' successivo compresi nei sei giorni ulteriori". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (7) 
  Il D.L. 10 novembre 2020,  n.  150,  convertito  con  modificazioni
dalla L. 30 dicembre 2020, n. 181, ha disposto (con l'art.  8,  comma
1)  che  "Limitatamente  all'anno   2020,   considerato   il   quadro
epidemiologico complessivamente e  diffusamente  grave  su  tutto  il
territorio  nazionale  a  causa   dell'evolversi   della   situazione
epidemiologica  e  del  carattere   particolarmente   diffusivo   del
contagio, in deroga a quanto previsto dall'articolo 5, comma 1, della
legge 2 luglio 2004, n. 165, le elezioni degli organi elettivi  delle
regioni a statuto ordinario, anche gia' scaduti, o per i quali  entro
il 31 dicembre 2020  si  verificano  le  condizioni  che  ne  rendono
necessario il rinnovo, hanno luogo non prima del  novantesimo  e  non
oltre il centocinquantesimo giorno successivo alla  data  in  cui  si
sono verificate le circostanze  che  rendono  necessario  il  rinnovo
ovvero nella domenica compresa nei sei giorni ulteriori". 
------------- 
AGGIORNAMENTO (9) 
  Il D.L. 5 marzo 2021, n. 25 ha disposto (con l'art. 1, comma 2) che
"Ai fini di cui al comma 1, in deroga a quanto previsto dall'articolo
5, comma 1, della legge 2 luglio 2004, n. 165, si tengono nell'ambito
del turno di cui al medesimo comma 1, lettera a), le  elezioni  degli
organi elettivi delle regioni a  statuto  ordinario,  anche  se  gia'
indette, e quelle relative agli organi elettivi per i quali entro  il
31 luglio 2021 si verificano le condizioni che ne rendono  necessario
il  rinnovo.  Fino  alla  data  dell'insediamento  dei  nuovi  organi
elettivi, il Consiglio e la Giunta in carica continuano  a  svolgere,
secondo le specifiche disposizioni dei rispettivi Statuti, compiti  e
funzioni nei limiti previsti e, in ogni caso, a garantire ogni  utile
iniziativa, anche legislativa, necessaria a far  fronte  a  tutte  le
esigenze connesse all'emergenza sanitaria".