DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 marzo 2001, n. 147

Regolamento recante modifiche all'organizzazione del Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica.

Testo in vigore dal: 9-5-2001
attiva riferimenti normativi
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'articolo 87, comma 5, della Costituzione;
  Visto  l'articolo  17,  comma 4-bis, della legge 23 agosto 1988, n.
400, e successive modificazioni ed integrazioni;
  Visto   il  decreto  legislativo  3  febbraio  1993,  n.  29,  come
modificato dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 80, e successive
modificazioni ed integrazioni;
  Vista  la legge 3 aprile 1997, n. 94, recante delega al Governo per
l'unificazione  dei  Ministeri  del  tesoro,  del  bilancio  e  della
programmazione economica;
  Visto  il  decreto  legislativo  5  dicembre  1997, n. 430, recante
l'unificazione  dei  Ministeri  del  tesoro  e  del  bilancio e della
programmazione  economica  e  riordino  delle  competenze del CIPE, a
norma dell'articolo 7 della citata legge 3 aprile 1997, n. 94;
  Visto  il decreto del Presidente della Repubblica 20 febbraio 1998,
n.  38,  recante  il  regolamento  concernente  le  attribuzioni  dei
Dipartimenti   del   Ministero  del  tesoro,  del  bilancio  e  della
programmazione economica;
  Visto, in particolare l'articolo 5, comma 1, lettera c), del citato
decreto   del  Presidente  della  Repubblica  n.  38  del  1998,  che
attribuisce  alla  competenza  del  Dipartimento dell'amministrazione
generale del personale e dei servizi del tesoro, il servizio centrale
del Provveditorato generale dello Stato;
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 aprile 1998, n.
154, recante il regolamento concernente l'articolazione organizzativa
e  le  dotazioni  organiche  del Ministero del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica, a norma del predetto articolo 7 della
citata legge n. 94 del 1997;
  Visti,  in particolare, gli articoli 1, 3, 4 e 6 del citato decreto
del Presidente della Repubblica n. 154 del 1998;
  Visto  il  decreto  legislativo  30  luglio  1999,  n. 300, recante
riforma  dell'organizzazione  del  Governo  a  norma dell'articolo 11
della  legge  15  marzo 1997, n. 59, ed in particolare l'articolo 55,
comma 3;
  Visto  l'articolo  26  della  legge  23 dicembre 1999, n. 488, come
modificato dalla legge 23 dicembre 2000, n. 388, che ha disposto, tra
l'altro,   che   il  Ministero  del  tesoro,  del  bilancio  e  della
programmazione  economica  stipuli  convenzioni con un'impresa per la
fornitura   di   beni  e  servizi  alle  amministrazioni  centrali  e
periferiche  dello Stato nonche' alle altre pubbliche amministrazioni
che aderiscano alle convenzioni stesse;
  Visto  il  decreto  del  Ministro  del tesoro, del bilancio e della
programmazione  economica 24 febbraio 2000, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale  n. 58 del 10 marzo 2000, con il quale, ai sensi del citato
articolo  26  della  legge  n.  488  del  1999,  e'  stato conferito,
all'organismo   a   struttura  societaria  denominato  Concessionaria
servizi informatici pubblici - CONSIP S.p.a., l'incarico di stipulare
convenzioni  e  contratti quadro per l'acquisto di beni e servizi per
conto delle amministrazioni dello Stato;
  Vista  la  legge 23 dicembre 2000, n. 388, recante disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato;
  Considerato  che,  in  base alle norme citate, parte delle funzioni
gia'  attribuite  al Servizio centrale del provveditorato dello Stato
devono  essere  esercitate  dal  Ministero del tesoro, del bilancio e
della  programmazione  economica attraverso le predette convenzioni e
contratti quadro;
  Ritenuto, pertanto, di dover procedere ad una ridistribuzione delle
residue  funzioni  del  Servizio centrale del provveditorato generale
dello   Stato   nell'ambito   del  Dipartimento  dell'amministrazione
generale, del personale e dei servizi;
  Ritenuto,  inoltre,  di  dare applicazione all'articolo 4, comma 4,
del  citato  decreto  legislativo  n.  430 del 1997, che individua la
commissione  tecnica  per la spesa pubblica tra gli organi collegiali
da  costituire nell'ambito dei Dipartimenti individuati con i decreti
di cui al citato articolo 17, della legge n. 400 del 1988;
  Ritenuto,  altresi',  di  dover  procedere  ad una riorganizzazione
funzionale  dei Dipartimenti del tesoro e delle politiche di sviluppo
e di coesione;
  Sentite,  in  data  23  gennaio  2001,  le organizzazioni sindacali
maggiormente  rappresentative  ai sensi dell'articolo 19 della citata
legge 15 marzo 1997, n. 59;
  Vista  la  preliminare  deliberazione  del  Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 26 gennaio 2001;
  Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione
  consultiva  per  gli  atti  normativi nell'adunanza del 12 febbraio
  2001;
Acquisito il parere delle competenti commissioni parlamentari della
Camera dei deputati e del Senato della Repubblica;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione dell'8 marzo 2001;
  Sulla  proposta  del  Ministro  del  tesoro,  del  bilancio e della
programmazione economica, di concerto con il Ministro per la funzione
pubblica;

                              E m a n a

                      il seguente regolamento:
                               Art. 1.
                 Soppressione del Servizio centrale
               del Provveditorato generale dello Stato

  1.  All'articolo  5,  comma  1,  del  decreto  del Presidente della
Repubblica 20 febbraio 1998, n. 38, la lettera c) e' soppressa.
  2.  All'articolo  4,  comma  1,  del  decreto  del Presidente della
Repubblica 28 aprile 1998, n. 154, la lettera e) e' soppressa.