LEGGE 7 marzo 2001, n. 58

((Istituzione del Fondo per lo sminamento umanitario e la bonifica di aree con residuati bellici esplosivi)).

note: Entrata in vigore del provvedimento: 4/4/2001. (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 04/07/2011)
Testo in vigore dal: 5-7-2011
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
    La Camera dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno
approvato; 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
                              Promulga 
 
la seguente legge: 
 
                               Art. 1. 
 
Fondo per  lo  sminamento  umanitario  e  la  bonifica  di  aree  con
                     residuati bellici esplosivi 
 
  1. A decorrere dall'esercizio finanziano 2001, e'  istituito  nello
stato di previsione  del  Ministero  degli  affari  esteri  un  fondo
denominato "Fondo per lo sminamento umanitario e la bonifica di  aree
con residuati bellici  esplosivi"  destinato  alla  realizzazione  di
programmi integrati di sminamento umanitario e di  bonifica  di  aree
con residuati bellici esplosivi  aventi  le  seguenti  finalita'  che
dovranno attuarsi equamente in tutte le aree interessate: 
    a) campagne di educazione preventiva sulla presenza delle mine  e
di residuati bellici esplosivi e di riduzione del rischio; 
    b) censimento, mappatura, demarcazione e bonifica di campi minati
o con residuati bellici esplosivi; 
    c)  assistenza  alle  vittime,  ivi  incluse  la   riabilitazione
psicofisica e la reintegrazione socio-economica, 
    d) ricostruzione e sviluppo delle comunita' che convivono con  la
presenza di mine o di aree con residuati bellici esplosivi; 
    e) sostegno all'acquisizione e trasferimento di tecnologie per lo
sminamento e per la bonifica di aree con residuati bellici esplosivi; 
    f)  fondazione  di  operatori  locali  in   grado   di   condurre
autonomamente programmi di sminamento  e  di  bonifica  di  aree  con
residuati bellici esplosivi; 
  ((g) sensibilizzazione contro l'uso delle mine  terrestri  e  delle
munizioni a grappolo ed in favore dell'adesione alla totale messa  al
bando delle mine e delle  munizioni  a  grappolo  nonche'  in  favore
dell'universalizzazione della Convenzione di Ottawa  contro  le  mine
antipersona e della Convenzione di Oslo sulla messa  al  bando  delle
munizioni a grappolo)). 
((1-bis. A decorrere dall'esercizio finanziario 2011, il Fondo di cui
al comma 1 e' destinato, altresi', alla realizzazione di programmi di
bonifica di aree con residui di  munizioni  a  grappolo,  da  attuare
secondo le modalita' previste dagli articoli 4 e 6 della  Convenzione
di Oslo sulla messa al bando delle  munizioni  a  grappolo,  fatta  a
Dublino il 30  maggio  2008,  e  all'assistenza  alle  vittime  delle
munizioni  a  grappolo,  prevista  dall'articolo   5   della   citata
Convenzione,   ivi   inclusi   la   riabilitazione   psicofisica    e
l'inserimento sociale ed economico)).