LEGGE 22 febbraio 2000, n. 28

Disposizioni per la parita' di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica.

note: Entrata in vigore della legge: 23-2-2000 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 11/12/2012)
Testo in vigore dal: 19-11-2003
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 11 
                      Obblighi di comunicazione 
 
  1.  Entro  trenta  giorni  dalla   consultazione   elettorale   per
l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica ed
anche nel caso  di  elezioni  suppletive,  i  titolari  di  emittenti
radiotelevisive, nazionali e locali, e gli editori  di  quotidiani  e
periodici comunicano ai Presidenti delle Camere nonche'  al  Collegio
regionale di garanzia elettorale di cui all'articolo 13  della  legge
10 dicembre 1993, n. 515, i servizi di comunicazione  politica  ed  i
messaggi politici effettuati ai  sensi  dei  precedenti  articoli,  i
nominativi di coloro che vi hanno partecipato, gli spazi  concessi  a
titolo gratuito o a tariffa ridotta, gli  introiti  realizzati  ed  i
nominativi dei soggetti che hanno provveduto ai relativi pagamenti. 
  2. In caso di inosservanza degli obblighi stabiliti dal comma 1, si
applica la sanzione amministrativa pecuniaria da lire dieci milioni a
lire cento milioni.((1)) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  La L. 6 novembre 2003, n. 313 ha disposto (con l'art. 1,  comma  1)
l'introduzione  della  rubrica  del  Capo  I:  "Capo  I  Disposizioni
generali in tema di parita'  di  accesso  ai  mezzi  di  informazione
durante le campagne elettorali e referendarie e per la  comunicazione
politica."; (con l'art. 1, comma 2) ha disposto l'introduzione  della
rubrica  del  Capo  II:"Capo  II  Disposizioni  particolari  per   le
emittenti  locali.";  (con   l'art.   1,   comma   3)   ha   disposto
l'introduzione della  rubrica  del  Capo  III:"Capo  II  Disposizioni
finali.".