LEGGE 14 maggio 1999, n. 134

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 1999, n. 64, recante disciplina transitoria per i termini di deposito della documentazione prescritta dal secondo comma dell'articolo 567 del codice di procedura civile.

note: Entrata in vigore della legge: 18-5-1999
  • Articoli
  • 1
  • Allegati
Testo in vigore dal: 18-5-1999
  La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno 
approvato; 
               IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga 
la seguente legge: 
                               Art. 1. 
  1. Il decreto-legge  17  marzo  1999,  n.  64,  recante  disciplina
transitoria per i termini di deposito della documentazione prescritta
dal secondo comma dell'art. 567 del codice di  procedura  civile,  e'
convertito in legge con le modificazioni riportate in  allegato  alla
presente legge. 
  2. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a  quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. 
  La presente legge, munita del sigillo dello Stato,  sara'  inserita
nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato. 
          Avvertenza: 
                      Il decreto-legge 17 marzo 1999, n. 64, e' stato 
               pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 64 del 18 marzo 
          1999. 
                 A norma dell'art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 
                 1988, n. 400 (Disciplina dell'attivita' di Governo e 
            ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri), 
           le modifiche apportate dalla presente legge di conversione 
             hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua 
          pubblicazione. 
                Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di 
                  conversione e' pubblicato in questa stessa Gazzetta 
          Ufficiale alla pag. 61. 
   Data a Roma, addi' 14 maggio 1999 
                              SCALFARO 
                                    D'Alema, Presidente del Consiglio 
                                                         dei Ministri 
                                      Diliberto, Ministro di grazia e 
                                                            giustizia 
Visto, il Guardasigilli: Diliberto