LEGGE 17 maggio 1999, n. 144

Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli incentivi all'occupazione e della normativa che disciplina l'INAIL, nonche' disposizioni per il riordino degli enti previdenziali.

note: Entrata in vigore della legge: 23-5-1999 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 16/07/2020)
Testo in vigore dal: 23-5-1999
attiva riferimenti normativi
                               ART. 3.
                         (Compiti del CIPE).
  1.  Il  comma  2 dell'articolo 1 del decreto legislativo 5 dicembre
  1997, n. 430, e' sostituito dal seguente:
  "  2.  I  compiti di gestione tecnica, amministrativa e finanziaria
  attualmente attribuiti al CIPE sono trasferiti alle amministrazioni
  competenti  per  materia,  tenuto  conto  dei  settori  ai quali si
  riferiscono  le  relative  funzioni.  Con deliberazione del CIPE da
  emanare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della
  presente  disposizione,  previo  parere della Conferenza permanente
  per  i  rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di
  Trento   e   di  Bolzano  e  quindi  delle  competenti  Commissioni
  parlamentari  permanenti,  che si pronunciano entro quindici giorni
  dalla  richiesta,  sono  individuate le tipologie dei provvedimenti
  oggetto  del  trasferimento  e  le  amministrazioni rispettivamente
  competenti.   Con  la  stessa  deliberazione  sono  intividuate  le
  attribuzioni,   non   concernenti   compiti  ti  gestione  tecnica,
  amministrativa  e  finanziaria,  previste  da norme vigenti, che il
  CIPE  continua ad esercitare. A decorrere dalla data della predetta
  deliberazione  sono  abrogate  tutte  le norme che attribuiscono al
  CIPE poteri di autorizzazione, revoca, concessione di contributi e,
  in  genere,  competenze tecniche, amministrative o gestionali. Sono
  fatte  salve  le  ulteriori  modifiche derivanti dalle disposizioni
  eventualmente  emanate in attuazione dell a legge 15 marzo 1997, n.
  59".
  2.  Gli  assetti  finali  dei  piani  progettuali  dei contratti di
  programma  stipulati ai sensi della legge 1 marzo 1986, n. 64, sono
  sottoposti  al  CIPE, pena la revoca del finanziamento, entro il 31
  dicembre  2000.  I provvedimenti provvisori di concessione adottati
  entro  il  31 dicembre 1995 possono essere rimodulati dal Ministero
  del  tesoro,  del  bilancio  e della programmazione economica sulla
  base  delle determinazioni del CIPE; i provvedimenti di concessione
  definitiva  sono  adottati  dallo stesso Ministero con le modalita'
  previste  dall'articolo  4,  comma  4, del decreto-legge 8 febbraio
  1995,  n. 32, convertito dalla legge 7 aprile 1995, n. 104. Al fine
  di   garantire  il  raccordo  con  le  deliberazioni  del  CIPE  le
  commissioni incaricate degli accertamenti sulla realizzazione delle
  iniziative comprese nei contratti di programma sono assistite da un
  funzionario  del  Dipartimento  per  le  politiche di sviluppo e di
  coesione   del   Ministero   del   tesoro,  del  bilancio  e  della
  programmazione  economica  con compiti di segretario, al quale com-
  pete un compenso forfettario pari all'onorario base riconosciuto al
  singolo componente la commissione, ridotto del 60 per cento.