DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 febbraio 1998, n. 38

Regolamento recante le attribuzioni dei Dipartimenti del Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, nonche' disposizioni in materia di organizzazione e di personale, a norma dell'articolo 7, comma 3, della legge 3 aprile 1997, n. 94.

note: Entrata in vigore del decreto: 26-3-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 03/08/2011)
Testo in vigore dal: 2-4-2008
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

  Visto l'articolo 87, quinto comma, della Costituzione;
  Visto l'articolo 7 della legge 3 aprile 1997, n. 94, recante delega
al  Governo per l'unificazione dei Ministeri del tesoro, del bilancio
e della programmazione economica;
  Visto  il decreto legislativo 5 dicembre 1997, n. 430, che dispone,
in  attuazione della delega di cui al citato articolo 7 della legge 3
aprile  1997,  n.  94,  l'unificazione  dei  due  predetti Ministeri,
prevedendo   all'articolo   2,  comma  2,  che  l'organizzazione,  la
dotazione   organica,   l'individuazione  degli  uffici  dirigenziali
generali,  delle  relative  funzioni  e la distribuzione del posti di
funzione  dirigenziale  sono  stabiliti  ai  sensi  del  comma  4-bis
dell'articolo 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
  Visto  il  comma 4-bis dell'articolo 17 della legge 23 agosto 1988,
n. 400, introdotto dall'articolo 13 della legge 15 marzo 1997, n. 59,
in base al quale, l'organizzazione e la disciplina dei Ministeri sono
determinate con regolamenti emanati ai sensi del comma 2 dello stesso
articolo  17  e  tenuto  conto  che  tali  regolamenti,  per  i  soli
Ministeri,   sostituiscono   i   regolamenti   governativi   previsti
dall'articolo  6,  commi  1  e  2, del decreto legislativo 3 febbraio
1993, n. 29, e successive modifiche e integrazioni;
  Vista  la  legge  5  agosto  1978, n. 468, e successive modifiche e
integrazioni;
  Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241;
  Vista la legge 23 ottobre 1992, n. 421;
  Visto  il  decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive
modifiche e integrazioni;
  Visto il decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39;
  Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59;
  Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127;
  Visto il decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279;
  Visto il decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 414;
  Vista  la  preliminare  deliberazione  del  Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 19 settembre 1997;
  Acquisito   il   parere   della  commissione  parlamentare  di  cui
all'articolo 9 della legge 3 aprile 1997, n. 94;
  Udito  il  parere  del  Consiglio  di Stato, espresso dalla sezione
consultiva per gli atti normativi nell'adunanza del 12 gennaio 1998;
  Ritenuto  di  dover,  in linea generale, accogliere le osservazioni
contenute  nel  parere  stesso,  sia pure in modo parziale per alcuni
profili   che  attengono  al  merito  delle  scelte  organizzative  e
funzionali di competenza del Governo;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio del Ministri, adottata nella
riunione del 13 febbraio 1998;
  Sulla  proposta  del  Ministro  del  tesoro,  del  bilancio e della
programmazione economica, di concerto con il Ministro per la funzione
pubblica e gli affari regionali;
                              E m a n a
                      il seguente regolamento:

                               Art. 1
       ((ARTICOLO ABROGATO DAL D.P.R. 30 GENNAIO 2008, N. 43))