LEGGE 8 luglio 1998, n. 230

Nuove norme in materia di obiezione di coscienza.

note: Entrata in vigore della legge: 30-7-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 31/12/2021)
Testo in vigore dal: 4-2-2003
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 10

  1. Presso l'Ufficio nazionale per il servizio civile e' istituito e
tenuto  l'albo degli enti e delle organizzazioni convenzionati di cui
all'articolo  8,  comma  2. Allo stesso Ufficio e' affidata la tenuta
della lista degli obiettori.
  2.  Presso  il medesimo Ufficio nazionale per il servizio civile e'
istituita   la  Consulta  nazionale  per  il  servizio  civile  quale
organismo permanente di consultazione, riferimento e confronto per il
medesimo Ufficio.
  ((  3.  La Consulta nazionale per il servizio civile e' composta da
non  piu' di quindici membri, nominati con decreto del Presidente del
Consiglio  dei  ministri  o  del  Ministro da lui delegato, scelti in
maggioranza  tra  rappresentanti  degli  enti e delle organizzazioni,
pubblici  e privati, che impiegano obiettori di coscienza e volontari
del   servizio   civile   nazionale   ovvero   dei   loro   organismi
rappresentativi,   nonche'  tra  rappresentanti  degli  obiettori  di
coscienza  e  dei  volontari,  delle  regioni e delle amministrazioni
pubbliche coinvolte.))
  4. La Consulta esprime pareri all'Ufficio nazionale per il servizio
civile  sulle materie di cui all'articolo 8, comma 2, lettere a), c),
e),  i)  e l), nonche' sui criteri e sull'organizzazione generale del
servizio e sul modello di convenzione tipo.
  5.  Il  Presidente  del  Consiglio  dei ministri, entro cinque mesi
dalla  data  di  entrata  in vigore della presente legge, con proprio
decreto, disciplina l'organizzazione e l'attivita' della Consulta.