LEGGE 8 maggio 1998, n. 146

Disposizioni per la semplificazione e la razionalizzazione del sistema tributario e per il funzionamento dell'Amministrazione finanziaria, nonche' disposizioni varie di carattere finanziario.

note: Entrata in vigore della legge: 15-05-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2017)
Testo in vigore dal: 15-5-1998
                               Art. 6.
           (Disposizioni in materia di imposta di bollo).
  1.  All'articolo 13 della tariffa annessa al decreto del Presidente
della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, come sostituita dal decreto
del Ministro delle finanze 20 agosto 1992, pubblicato nel supplemento
ordinario n. 106 alla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 21  agosto  1992,
recante  l'indicazione degli atti soggetti all'imposta di bollo, sono
apportate le seguenti modificazioni:
 a)  nel  comma  1,  concernente  fatture,  note  e  altri  documenti
similari,  il  primo  periodo del numero 2) della colonna relativa al
modo di pagamento e'  sostituito  dal  seguente:  "Per  le  quietanze
relative  a mandati, ordinativi, vaglia del tesoro ed altri titoli di
spesa dello Stato, l'imposta e' riscossa in modo virtuale al  momento
della emissione delle stesse";
 b)  nella  nota 3-ter del comma 2-bis, come modificata dall'articolo
3, comma 12, lettera a), numero 2),  del  decreto-legge  31  dicembre
1996,  n. 669, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio
1997, n.30, e' aggiunto, in fine, il seguente  periodo:    "Non  sono
soggetti-  all'imposta  gli  estratti  dei conti correnti postali che
presentino un saldo negativo  per  tre  mesi  consecutivi  a  seguito
dell'applicazione   della   predetta   imposta  e  che  siano  chiusi
d'ufficio".
  2. Ai fini delle disposizioni dell'articolo 13, comma 2-bis,  della
tariffa   di  cui  al  comma  1  del  presente  articolo,  introdotto
dall'articolo 8, comma 1, del decreto-legge 30 dicembre 1993,  n.557,
convertito,  con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133,
concernente gli estratti conto inviati dalle banche  ai  clienti,  si
considerano  depositati  presso  le  banche anche i titoli emessi con
modalita' diverse da quelle cartolari e  non  materialmente  detenuti
dalle stesse.
  3.  Nell'articolo  7, primo comma, della tabella annessa al decreto
del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.642, e  successive
modificazioni,  relativa agli atti esenti dall'imposta di bollo, dopo
le parole:
 "libretti  postali  di  risparmio,   vaglia   postali   e   relative
quietanze;"  sono inserite le seguenti:  "ricevute ed altri documenti
relativi a conti correnti postali non soggetti all'imposta  di  bollo
sostitutiva  di  cui  all'articolo  13,  comma  2-bis,  della tariffa
annessa al presente  decreto;  estratti  di  conti  correnti  postali
intestati ad amministrazioni dello Stato;".
          Note all'art. 6:
            -  Si riporta il testo dell'art. 13 della tariffa annessa
          al D.P.R.   26 ottobre 1972,  n.  642,  recante  disciplina
          dell'imposta di bollo, pubblicato nel supplemento ordinario
          n. 3 alla Gazzetta Ufficiale 11 novembre 1972, n. 292, come
          modificato dalla presente legge:
=====================================================================
"Art.|   Indicazione degli |  Imposte   | Modo di pa- |      Note
della|   atti soggetti ad  |   dovute   |  gamento    |
 ta- |       imposta       |   (lire)   |             |
riffa|                     |____________|             |
     |                     | Fisse |Pro-|             |
     |                     |       |por-|             |
     |                     |       |zio-|             |
     |                     |       |nali|             |
_____|_____________________|_______|____|_____________|______________
 13  |  1. Fatture, note,  | 2.500 |    |  1. Marche  |  1. Per le
     | conti e simili do-  |       |    | o bollo a   | ricevute e
     | cumenti, recanti    |       |    | punzone.    | quietanze,
     | addebitamenti o     |       |    |             | contenute
     | accreditamenti,     |       |    |   2. Per le | in un unico
     | anche non sotto-    |       |    | quietanze   | atto e rela-
     | scritti, ma spe-    |       |    | relative a  | tive a piu'
     | diti o consegnati   |       |    | mandati,    | percipienti,
     | pure tramite ter-   |       |    | ordinati-   | l'imposta si
     | zi; ricevute e      |       |    | vi, vaglia  | applica per
     | quietanze rila-     |       |    | del tesoro  | ciascun per-
     | sciate dal credi-   |       |    | ed altri    | cipiente.
     | tore, o da altri    |       |    | titoli di   |  2. L'impos-
     | per suo conto, a    |       |    | spesa del-  | ta non e'
     | liberazione to-     |       |    | lo Stato,   | dovuta:
     | tale o parziale     |       |    | l'imposta   |   a) quando
     | di una obbliga-     |       |    | e' riscos-  | la somma non
     | zione pecuniaria    |       |    | sa in modo  | supera
     | per ogni esemplare  |       |    | virtuale    | L. 150.000,
     |                     |       |    | al momento  | a meno che
     |                     |       |    | della emis- | si tratti
     |                     |       |    | sione delle | di ricevute
     |                     |       |    | stesse. Per | o quietanze
     |                     |       |    | le quietan- | rilasciate
     |                     |       |    | ze rila-    | a saldo per
     |                     |       |    | sciate dal- | somma infe-
     |                     |       |    | le conser-  | riore al
     |                     |       |    | vatorie dei | debito ori-
     |                     |       |    | registri    | ginario,
     |                     |       |    | immobiliari,| senza l'in-
     |                     |       |    | dagli uffici| dicazione
     |                     |       |    | tecnici     | di questo
     |                     |       |    | erariali,   | o delle pre-
     |                     |       |    | dagli uffici| cedenti
     |                     |       |    | del registro, quietanze,
     |                     |       |    | dell'imposta| ovvero ri-
     |                     |       |    | sul valore  | lasciate
     |                     |       |    | aggiunto o  | per somma
     |                     |       |    | doganali,   | indetermi-
     |                     |       |    | l'imposta e'| nata.
     |                     |       |    | riscossa    |   b) per la
     |                     |       |    | dagli uffi- | quietanza o
     |                     |       |    | ci stessi.  | ricevuta
     |                     |       |    |             | apposta sui
     |                     |       |    |             | documenti
     |                     |       |    |             | gia' assog-
     |                     |       |    |             | gettati al-
     |                     |       |    |             | l'imposta
     |                     |       |    |             | di bollo o
     |                     |       |    |             | esenti;
     |                     |       |    |             |   c) per le
     |                     |       |    |             | quietanze
     |                     |       |    |             | apposte sul-
     |                     |       |    |             | le bollette
     |                     |       |    |             | di vendita
     |                     |       |    |             | dei tabac-
     |                     |       |    |             | chi, fiammi-
     |                     |       |    |             | feri, valori
     |                     |       |    |             | bollati, va-
     |                     |       |    |             | lori postali
     |                     |       |    |             | e dei bi-
     |                     |       |    |             | glietti del-
     |                     |       |    |             | le lotterie
     |                     |       |    |             | nazionali.
     |                     |       |    |             |  3. Sono
     |                     |       |    |             | esenti dal-
     |                     |       |    |             | l'imposta
     |                     |       |    |             | le ricevute
     |                     |       |    |             | relative al
     |                     |       |    |             | pagamento
     |                     |       |    |             | di spese di
     |                     |       |    |             | condominio
     |                     |       |    |             | negli edi-
     |                     |       |    |             | fici.
=====================================================================
"Art.|   Indicazione degli |  Imposte   | Modo di pa- |      Note
della|   atti soggetti ad  |   dovute   |  gamento    |
 ta- |       imposta       |   (lire)   |             |
riffa|                     |____________|             |
     |                     | Fisse |Pro-|             |
     |                     |       |por-|             |
     |                     |       |zio-|             |
     |                     |       |nali|             |
_____|_____________________|_______|____|_____________|______________
     |                     |       |    |             |
     |  2. Estratti di     | 2.500 |    |  1. Marche  |  1. I docu-
     | conti, nonche'      |       |    | o bollo a   | menti di cui
     | lettere ed altri    |       |    | punzone.    | al punto 2
     | documenti di ad-    |       |    |             | relativi a
     | debitamento o di    |       |    |             | rapporti tra
     | accreditamento      |       |    |             | enti ed im-
     | di somme, portan-   |       |    |             | prese ed i
     | ti o meno la cau-   |       |    |             | propri di-
     | sale dell'accre-    |       |    |             | pendenti o
     | ditamento o del-    |       |    |             | ausiliari ed
     | l'addebitamento     |       |    |             | intermediari
     | e relativi bene-    |       |    |             | di commercio
     | stari quando la     |       |    |             | o spedizio-
     | somma supera        |       |    |             | nieri non
     | L. 150.000: per     |       |    |             | sono sogget-
     | ogni esemplare      |       |    |             | ti all'impo-
     |                     |       |    |             | sta.
     |  2-bis. Estratti    |       |    |             |  3-bis. Se il
     | conto, comprese     |       |    |             | cliente e'
     | le comunicazioni    |       |    |             | soggetto di-
     | relative ai de-     |       |    |             | verso dalla
     | positi di titoli,   |       |    |             | persona fi-
     | inviati dalle       |       |    |             | sica, l'im-
     | banche ai clien-    |       |    |             | posta e' mag-
     | ti ai sensi del-    |       |    |             | giorata, in
     | l'articolo 119      |       |    |             | funzione
     | del decreto le-     |       |    |             | della perio-
     | gislativo 1 set-    |       |    |             | dicita del-
     | tembre 1993,        |       |    |             | l'estratto
     | n. 385 nonche'      |       |    |             | conto, ris-
     | estratti di         |       |    |             | pettivamente,
     | conto corrente      |       |    |             | di lire
     | postale; per        |       |    |             | 39.000, lire
     | ogni esemplare:     |       |    |             | 19.500, lire
     |  a) con periodi-    |       |    |             | 9.750 e lire
     |   cita' annuale     |33.000 |    |             | 3.250. La
     |  b) con periodi-    |       |    |             | maggiorazione
     |   cita' semes-      |       |    |             | di imposta
     |   trale             |16.500 |    |             | non si ap-
     |  c) con periodi-    |       |    |             | plica agli
     |   cita' trimes-     |       |    |             | estratti
     |   trale             | 8.250 |    |             | conto in-
     |  d) con periodi-    |       |    |             | viati alle
     |   cita mensile      | 2.750 |    |             | societa' fi-
     |                     |       |    |             | duciarie nel
     |                     |       |    |             | caso in cui
     |                     |       |    |             | il fiduciante
     |                     |       |    |             | sia una
     |                     |       |    |             | persona fi-
     |                     |       |    |             | sica.
=====================================================================
"Art.|   Indicazione degli |  Imposte   | Modo di pa- |      Note
della|   atti soggetti ad  |   dovute   |  gamento    |
 ta- |       imposta       |   (lire)   |             |
riffa|                     |____________|             |
     |                     | Fisse |Pro-|             |
     |                     |       |por-|             |
     |                     |       |zio-|             |
     |                     |       |nali|             |
_____|_____________________|_______|____|_____________|______________
     |                     |       |    |             |  3-ter. L'im-
     |                     |       |    |             | posta e'
     |                     |       |    |             | sostitutiva
     |                     |       |    |             | di quella
     |                     |       |    |             | dovuta per
     |                     |       |    |             | tutti gli
     |                     |       |    |             | atti e do-
     |                     |       |    |             | cumenti for-
     |                     |       |    |             | mati o emessi
     |                     |       |    |             | ovvero ri-
     |                     |       |    |             | cevuti dalle
     |                     |       |    |             | banche nonche
     |                     |       |    |             | dagli uffici
     |                     |       |    |             | dell'ente
     |                     |       |    |             | poste italia-
     |                     |       |    |             | ne, relativi
     |                     |       |    |             | a operazioni
     |                     |       |    |             | e rapporti
     |                     |       |    |             | regolati me-
     |                     |       |    |             | diante conto
     |                     |       |    |             | corrente, ov-
     |                     |       |    |             | vero relativi
     |                     |       |    |             | al deposito
     |                     |       |    |             | di titoli,
     |                     |       |    |             | indicati nel-
     |                     |       |    |             | l'art. 2,
     |                     |       |    |             | nota 2-bis,
     |                     |       |    |             | e negli arti-
     |                     |       |    |             | coli 9, comma
     |                     |       |    |             | 1, lettera a)
     |                     |       |    |             | 13, commi 1
     |                     |       |    |             | e 2, e 14.
     |                     |       |    |             | L'estratto
     |                     |       |    |             | conto, com-
     |                     |       |    |             | presa la
     |                     |       |    |             | comunicazione
     |                     |       |    |             | relativa ai
     |                     |       |    |             | depositi di
     |                     |       |    |             | titoli, si
     |                     |       |    |             | considera in
     |                     |       |    |             | ogni caso
     |                     |       |    |             | inviato alme-
     |                     |       |    |             | no una volta
     |                     |       |    |             | nel corso del
     |                     |       |    |             | l'anno. Non
     |                     |       |    |             | sono soggetti
     |                     |       |    |             | all'imposta
     |                     |       |    |             | gli estratti
     |                     |       |    |             | dei conti
     |                     |       |    |             | correnti
     |                     |       |    |             | postali che
     |                     |       |    |             | presentino
     |                     |       |    |             | un saldo ne-
     |                     |       |    |             | gativo per
     |                     |       |    |             | tre mesi
     |                     |       |    |             | consecutivi
     |                     |       |    |             | a seguito
     |                     |       |    |             | dell'appli-
     |                     |       |    |             | cazione della
     |                     |       |    |             | predetta
     |                     |       |    |             | imposta e
     |                     |       |    |             | che siano
     |                     |       |    |             | chiusi d'uf-
     |                     |       |    |             | ficio".
            -  Si  riporta il testo del primo comma dell'art. 7 della
          tabella annessa al D.P.R. n. 642 del 1972, come  modificato
          dalla presente legge:
            "Titoli di debito pubblico, buoni del tesoro, certificati
          speciali  di  credito ed altri titoli obbligazionari emessi
          dallo  Stato,  nonche'  le  relative  quietanze,   libretti
          postali  di risparmio, vaglia postali e relative quietanze,
          ricevute ed altri  documenti  relativi  ai  conti  correnti
          postali  non  soggetti  all'imposta di bollo sostitutiva di
          cui all'art. 13, comma  2-bis,  della  tariffa  annessa  al
          presente   decreto;  estratti  di  conti  correnti  postali
          intestati ad amministrazioni dello Stato; buoni  fruttiferi
          ed  infruttiferi da chiunque emessi, domande per operazioni
          comunque relative al debito pubblico e documenti esibiti  a
          corredo  delle  domande stesse, procure speciali per ritiro
          di  somme  iscritte  nei  libretti  postali  nominativi  di
          risparmio, polizze e ricevute di pegno rilasciate dai monti
          di  credito  su  pegno,  dai monti o societa' di soccorso e
          dalle casse di risparmio; libretti di risparmio e quietanze
          sui  depositi   e   prelevamenti,   anche   se   rilasciate
          separatamente".