LEGGE 23 dicembre 1997, n. 454

Interventi per la ristrutturazione dell'autotrasporto e lo sviluppo dell'intermodalita'.

note: Entrata in vigore della legge: 15-1-1998 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/03/2001)
Testo in vigore dal: 20-2-2000
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.
      (Incentivazione all'esodo volontario di autotrasportatori
             monoveicolari ed alla riduzione volontaria
                     dell'offerta di trasporto).

  1.  Per  l'esodo  volontario  di  autotrasportatori  monoveicolari,
finalizzato  alla  razionalizzazione dell'offerta di autotrasporto ed
alla   riduzione  della  capacita'  di  trasporto  complessiva,  sono
concessi   contributi   a   favore   di  imprenditori  che  rinuncino
volontariamente all'attivita' di autotrasporto.
  2. La liquidazione dei contributi e' subordinata congiuntamente:
a)  alla  cessazione  definitiva  dell'attivita' sia direttamente che
indirettamente;
b)  alla  cancellazione  dal registro delle imprese o dall'albo delle
imprese   artigiane  e  dall'albo  degli  autotrasportatori  ed  alla
conseguente   revoca   e   restituzione  dell'autorizzazione  di  cui
all'articolo  41  della legge 6 giugno 1974, n. 298. La cancellazione
dall'albo  degli  autotrasportatori  avra'  effetto  per dieci anni e
inibira'  all'interessato  di  figurare  quale  socio, direttamente o
indirettamente,  in  aziende  che  siano  iscritte  o  che  intendano
iscriversi all'albo degli autotrasportatori.
  3. Possono usufruire dei contributi gli imprenditori che si trovino
nelle seguenti condizioni:
a)  esercitino  l'autotrasporto  di  cose  per  conto  di terzi senza
lavoratori  dipendenti, avendo in disponibilita' un solo autoveicolo,
o  un solo complesso veicolare, di massa complessiva superiore a 11,5
tonnellate,  con  un'autorizzazione al trasporto di merci della quale
gli  imprenditori  siano  titolari  da almeno dieci anni alla data di
entrata in vigore della presente legge;
b)  nei  sei  mesi  successivi  alla  data di entrata in vigore della
presente  legge  presentino  domanda  di  cessazione dell'attivita' e
contestuale    richiesta    di    cancellazione    dall'albo    degli
autotrasportatori,   con   effetto   dalla   data  di  ammissione  al
contributo;
c)   procedano   alla   restituzione   dell'autorizzazione   di   cui
all'articolo 41 della legge 6 giugno 1974, n. 298.
  4.  Il  Comitato di cui all'articolo 8 delibera, sentiti i comitati
provinciali  per  l'albo  degli autotrasportatori, l'ammissione degli
imprenditori  ai  benefici  di  cui  al presente articolo, nei limiti
delle  risorse  autorizzate, sulla base dell'istruttoria eseguita dai
soggetti  di  cui  all'articolo 10, comma 1, tenuto conto dell'eta' e
del  periodo  di  attivita'.  I comitati provinciali per l'albo degli
autotrasportatori  si  pronunciano  entro  il  termine  perentorio di
trenta  giorni;  decorso inutilmente tale termine, il Comitato di cui
all'articolo  8  delibera l'ammissione ai benefici di cui al presente
articolo,  sulla  base  dell'istruttoria eseguita dai soggetti di cui
all'articolo 10, comma 1.
  5.  Il  contributo e' riconosciuto nella misura forfettaria di lire
60  milioni  per ciascun operatore titolare di una autorizzazione per
un  veicolo  di  massa  complessiva non superiore a 26 tonnellate che
escluda  la  possibilita'  di agganciamento di rimorchi e di lire 110
milioni  per  ciascun  operatore  titolare  di  autorizzazione per un
complesso  veicolare  fino  a  44  tonnellate, ed e' erogato in unica
soluzione  entro  e  non oltre centottanta giorni dalla deliberazione
favorevole   del   Comitato   di   cui   all'articolo   8.   Ai  fini
dell'applicazione dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, gli
importi  di cui al presente comma sono equiparati ai redditi indicati
all'articolo  16,  comma 1, lettera g), del testo unico delle imposte
sui redditi, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22
dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni.
  6.  ((COMMA  ABROGATO  DAL D.L. 20 DICEMBRE 1999, N. 484 CONVERTITO
CON MODIFICAZIONI DALLA L. 18 FEBBRAIO 2000, N. 27)).
  7.  ((COMMA  ABROGATO  DAL D.L. 20 DICEMBRE 1999, N. 484 CONVERTITO
CON MODIFICAZIONI DALLA L. 18 FEBBRAIO 2000, N. 27)).
  8.  ((COMMA  ABROGATO  DAL D.L. 20 DICEMBRE 1999, N. 484 CONVERTITO
CON MODIFICAZIONI DALLA L. 18 FEBBRAIO 2000, N. 27)).
  9.  ((COMMA  ABROGATO  DAL D.L. 20 DICEMBRE 1999, N. 484 CONVERTITO
CON MODIFICAZIONI DALLA L. 18 FEBBRAIO 2000, N. 27)).