LEGGE 11 novembre 1996, n. 574

Nuove norme in materia di utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione e di scarichi dei frantoi oleari.

note: Entrata in vigore della legge: 12-11-1996 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 17/12/1997)
Testo in vigore dal: 18-12-1997
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.
                      Comunicazione preventiva
  1.   L'utilizzazione  agronomica  delle  acque  di  vegetazione  e'
subordinata  alla  comunicazione da parte dell'interessato al sindaco
del  comune in cui sono ubicati i terreni, almeno entro trenta giorni
prima  della  distribuzione, di una relazione redatta da un agronomo,
perito  agrario  o agrotecnico o geologo iscritto nel rispettivo albo
professionale,   sull'assetto  pedogeomorfologico,  sulle  condizioni
idrologiche   e   sulle   caratteristiche   in  genere  dell'ambiente
ricevitore, con relativa mappatura, sui tempi di spandimento previsti
e sui mezzi meccanici per garantire un'idonea distribuzione.
  2. L'autorita' competente puo', con specifica motivazione, chiedere
ulteriori   accertamenti   o   disporre   direttamente   controlli  e
verifiche.((1))
-----------------
AGGIORNAMENTO (1)
  La  Corte costituzionale con sentenza 27 novembre-11 dicembre 1997,
n.   380   (in   G.U.   1a  s.s.  17/12/1997  n.  51)  ha  dichiarato
"l'illegittimita'  costituzionale degli articoli da 1 a 9 della legge
11  novembre  1996,  n.  574 (Nuove norme in materia di utilizzazione
agronomica  delle  acque  di  vegetazione  e  di scarichi dei frantoi
oleari),  nella  parte  in  cui  prevedono  la  propria  applicazione
immediata  e diretta nel territorio delle province autonome di Trento
e di Bolzano."