LEGGE 18 gennaio 1994, n. 50

Modifiche alla disciplina concernente la repressione del contrabbando dei tabacchi lavorati.

note: Entrata in vigore della legge: 10/02/1994 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 04/04/2001)
vigente al 10/08/2022
Testo in vigore dal: 19-4-2001
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 5. 
 
  1. Ove all'interno di esercizi commerciali o di  esercizi  pubblici
sia contestata nei confronti dei titolari o  di  loro  coadiuvanti  o
dipendenti la detenzione  o  la  cessione  di  tabacchi  lavorati  in
violazione delle disposizioni del citato testo  unico  approvato  con
decreto del  presidente  della  Repubblica  n.  43  del  1973,  ((  e
successive modificazioni, )) o di altre leggi  speciali  in  materia,
ovvero la cessione abusiva di tabacchi lavorati in  violazione  della
legge 22 dicembre 1957,  n.  1293,  e  successive  modificazioni,  in
aggiunta alle  specifiche  sanzioni  previste  e'  disposta,  ((  dal
Ministro  delle  finanze  o  per   sua   delega   )),   la   chiusura
dell'esercizio   ovvero    la    sospensione    della    licenza    o
dell'autorizzazione dell'esercizio per un  periodo  non  inferiore  a
cinque giorni e non superiore ad un mese. 
  2. Nel caso di successiva violazione, la chiusura o la  sospensione
e' disposta per un periodo non inferiore ad un mese e non superiore a
due mesi. 
  3. Ove la contestazione di cui al  comma  1  avvenga  piu'  di  due
volte, puo' essere disposta la chiusura definitiva dell'esercizio. 
  4. Contro i provvedimenti di cui ai commi  1,  2  e  3  e'  ammesso
ricorso amministrativo. 
  (( 4-bis. L'inosservanza dei  provvedimenti  di  sospensione  della
licenza o dell'autorizzazione all'esercizio o di  chiusura,  previsti
ai commi  1,  2  e  3,  e'  punita  con  la  sanzione  amministrativa
pecuniaria da venti milioni a cento milioni di lire. ))