LEGGE 28 dicembre 1993, n. 549

Misure a tutela dell'ozono stratosferico e dell'ambiente.

note: Entrata in vigore della legge: 1-1-1994 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/08/2002)
  • Allegati
Testo in vigore dal: 28-8-2002
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3 
    ( Cessazione e riduzione dell'impiego delle sostanze lesive ) 
 
  1. La produzione, il consumo,  l'importazione,  l'esportazione,  la
detenzione e la commercializzazione delle sostanze lesive di cui alla
tabella  A  allegata  alla  presente  legge   sono   regolati   dalle
disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 3093/94. 
  2. A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge
e' vietata l'autorizzazione di impianti che prevedano l'utilizzazione
delle sostanze di cui alla tabella A allegata  alla  presente  legge,
fatto salvo quanto disposto dal regolamento (CE) n. 3093/94. 
  3. Con decreto del  Ministro  dell'ambiente,  di  concerto  con  il
Ministro  dell'industria,  del  commercio  e  dell'artigianato,  sono
stabiliti, in conformita' alle disposizioni ed ai tempi del programma
di eliminazione progressiva di cui al regolamento (CE) n. 3093/94, la
data fino alla quale e' consentito l'utilizzo di sostanze di cui alla
tabella A, allegata alla presente legge, per  la  manutenzione  e  la
ricarica di apparecchi e di impianti gia' venduti ed installati  alla
data di entrata in vigore della presente  legge,  ed  i  tempi  e  le
modalita' per la cessazione dell'utilizzazione delle sostanze di  cui
alla tabella  B,  allegata  alla  presente  legge,  e  sono  altresi'
individuati gli usi essenziali delle sostanze di cui alla tabella  B,
relativamente ai quali  possono  essere  concesse  deroghe  a  quanto
previsto dal  presente  comma.  La  produzione,  l'utilizzazione,  la
commercializzazione, l'importazione e l'esportazione  delle  sostanze
di cui alle tabelle A e B allegate alla presente legge cessano il  31
dicembre  2008,  fatte  salve  le  sostanze,  le  lavorazioni  e   le
produzioni non comprese nel campo  di  applicazione  del  regolamento
(CE) n. 3093/94, secondo le  definizioni  ivi  previste.  ((  PERIODO
SOPPRESSO DALLA L. 31 LUGLIO 2002, N. 179 )). 
  4. L'adozione di termini diversi da  quelli  di  cui  al  comma  3,
derivati dalla revisione in atto del  regolamento  (CE)  n.  3093/94,
comporta la sostituzione dei termini indicati nella presente legge ed
il contestuale adeguamento ai nuovi termini. 
  5. Le imprese che intendono cessare la produzione e l'utilizzazione
delle sostanze di cui alla tabella B, allegata alla  presente  legge,
prima dei termini prescritti possono concludere appositi  accordi  di
programma  con  i   Ministeri   dell'industria,   del   commercio   e
dell'artigianato  e  dell'ambiente,  al  fine  di   usufruire   degli
incentivi  di  cui   all'articolo   10,   con   priorita'   correlata
all'anticipo dei tempi  di  dismissione,  secondo  le  modalita'  che
saranno  fissate  con  decreto  del  Ministro   dell'industria,   del
commercio e dell'artigianato, d'intesa con il Ministro dell'ambiente. 
  6. Chiunque viola le disposizioni di cui al  presente  articolo  e'
punito con l'arresto fino a due anni e con l'ammenda fino  al  triplo
del valore delle sostanze utilizzate per fini produttivi, importate o
commercializzate. Nei casi piu'  gravi,  alla  condanna  consegue  la
revoca dell'autorizzazione o della licenza in base alla  quale  viene
svolta l'attivita' constituente illecito.