LEGGE 23 dicembre 1993, n. 559

Disciplina della soppressione delle gestioni fuori bilancio nell'ambito delle Amministrazioni dello Stato.

note: Entrata in vigore della legge: 15-1-1994 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
Testo in vigore dal: 15-1-1994
attiva riferimenti normativi
                               Art. 9.
                     (Riserva Fondo Lire UNRRA)
1. I proventi derivanti dall'utilizzazione dei beni facenti parte del
patrimonio  della  Riserva  Fondo  Lire  UNRRA  di  cui   all'accordo
approvato  con  decreto  legislativo 10 aprile 1948, n. 1019, ed ogni
altra somma destinata alla Riserva medesima  affluiscono  all'entrata
del  bilancio  dello  Stato  per  essere riassegnati, con decreti del
Ministro  del  tesoro,  ad  appositi   capitoli,   anche   di   nuova
istituzione, dello stato di previsione della Presidenza del Consiglio
dei  ministri,  in  misura  non  superiore  a 500 milioni di lire per
ciascun anno, e del Ministero dell'interno, rispettivamente,  per  il
funzionamento  del Centro nazionale per la tutela dell'infanzia e per
il conseguimento degli ulteriori fini della Riserva.
2. Le eventuali disponibilita' della soppressa  gestione  di  cui  al
comma  1  sono versate al bilancio dello Stato per essere riassegnate
agli appositi capitoli di spesa
3. Con decreto del Presidente dei Consiglio dei ministri, su proposta
del Ministro dell'interno, di concerto con i Ministri per gli  affari
sociali   e   del   tesoro,   sono  stabiliti  le  modalita'  per  il
perseguimento dei fini della Riserva di cui al  comma  1,  nonche'  i
criteri per la gestione del relativo patrimonio in modo da garantirne
la coerenza con i fini predetti
          Nota all'art. 9:
             -   Il   D.Lgs.   n.   1019/1948   reca:   "Approvazione
          dell'Accordo tra il Governo  italiano  e  l'amministrazione
          delle  Nazioni  Unite, concluso a Roma il 12 novembre 1947,
          per l'assistenza e la  riabilitazione  sull'uso  del  fondo
          lire  supplementare agli accordi dell'8 marzo 1945 e del 19
          gennaio 1946".