LEGGE 5 febbraio 1992, n. 104

Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.

note: Entrata in vigore della legge: 18-2-1992 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 19/05/2020)
Testo in vigore dal: 12-9-2019
attiva riferimenti normativi aggiornamenti all'articolo
                              Art. 12. 
               Diritto all'educazione e all'istruzione 
  1. Al bambino da 0 a 3 anni handicappato e' garantito l'inserimento
negli asili nido. 
  2. E' garantito il diritto all'educazione  e  all'istruzione  della
persona handicappata nelle sezioni di scuola  materna,  nelle  classi
comuni delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado  e  nelle
istituzioni universitarie. 
  3. L'integrazione scolastica ha come obiettivo  lo  sviluppo  delle
potenzialita' della persona  handicappata  nell'apprendimento,  nella
comunicazione, nelle relazioni e nella socializzazione. 
  4. L'esercizio del diritto all'educazione non puo' essere  impedito
da difficolta' di apprendimento ne' di  altre  difficolta'  derivanti
dalle disabilita' connesse all'handicap. 
  ((5. Contestualmente all'accertamento previsto dall'articolo 4  per
le bambine e i bambini, le alunne e gli alunni, le studentesse e  gli
studenti, le commissioni mediche di cui alla legge 15  ottobre  1990,
n. 295, effettuano, ove richiesto dai genitori della  bambina  o  del
bambino,  dell'alunna  o  dell'alunno,  della  studentessa  o   dello
studente certificati ai  sensi  del  citato  articolo  4,  o  da  chi
esercita  la  responsabilita'   genitoriale,   l'accertamento   della
condizione di disabilita' in eta' evolutiva ai  fini  dell'inclusione
scolastica. Tale accertamento  e'  propedeutico  alla  redazione  del
profilo di funzionamento, predisposto secondo i criteri  del  modello
bio-psico-sociale   della    Classificazione    internazionale    del
funzionamento,   della   disabilita'    e    della    salute    (ICF)
dell'Organizzazione mondiale  della  sanita'  (OMS),  ai  fini  della
formulazione del Piano educativo individualizzato (PEI) facente parte
del progetto  individuale  di  cui  all'articolo  14  della  legge  8
novembre 2000, n. 328.)) 
  6. COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 13 APRILE 2017, N. 66. (24) 
  7. COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 13 APRILE 2017, N. 66. (24) 
  8. COMMA SOPPRESSO DAL D.LGS. 13 APRILE 2017, N. 66. (24) 
  9.  Ai  minori  handicappati   soggetti   all'obbligo   scolastico,
temporaneamente impediti  per  motivi  di  salute  a  frequentare  la
scuola,  sono  comunque   garantire   l'educazione   e   l'istruzione
scolastica. A tal fine il provveditore agli studi,  d'intesa  con  le
unita' sanitarie locali e i centri di recupero e  di  riabilitazione,
pubblici e privati, convenzionati con i Ministeri della sanita' e del
lavoro e della previdenza sociale, provvede alla istituzione,  per  i
minori ricoverati, di classi ordinarie quali sezioni  staccate  della
scuola statale. A tali classi possono essere ammessi anche  i  minori
ricoverati nei centri di degenza, che non versino  in  situazioni  di
handicap e per i quali sia accertata l'impossibilita' della frequenza
della scuola dell'obbligo per  un  periodo  non  inferiore  a  trenta
giorni  di  lezione.  La  frequenza   di   tali   classi,   attestata
dall'autorita' scolastica  mediante  una  relazione  sulle  attivita'
svolte dai docenti in  servizio  presso  il  centro  di  degenza,  e'
equiparata ad ogni effetto alla frequenza delle classi alle  quali  i
minori sono iscritti. 
  10. Negli ospedali, nelle cliniche e  nelle  divisioni  pediatriche
gli obiettivi di cui al presente articolo possono  essere  perseguiti
anche mediante l'ultilizzazione di personale in possesso di specifica
formazione psicopedagogica che abbia una esperienza acquisita  presso
i nasocomi o segua un periodo di tirocinio di un anno sotto la  guida
di personale esperto. 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (2) 
  Il D.L. 27 agosto 1993, n. 324, convertito con modificazioni  dalla
L. 27 ottobre 1993, n. 423, ha disposto (con l'art. 2, comma  1)  che
"L'articolo 12, comma 5, della legge 5  febbraio  1992,  n.  104,  va
interpretato nel senso che l'individuazione dell'alunno come  persona
handicappata,  necessaria  per  assicurare  l'esercizio  del  diritto
all'educazione, all'istruzione ed all'integrazione scolastica di  cui
agli  articoli  12  e  13  della   medesima   legge,   non   consiste
nell'accertamento previsto dall'articolo 4 della legge stessa, ma  e'
effettuata secondo i  criteri  stabiliti  nell'atto  di  indirizzo  e
coordinamento di cui al comma 7 dell'anzidetto articolo 12". 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (22) 
  Il D.Lgs. 13 aprile 2017, n. 66 ha disposto (con l'art.  19,  comma
2) che la presente modifica ha effetto a  decorrere  dal  1°  gennaio
2019. 
-------------- 
AGGIORNAMENTO (24) 
  Il D.Lgs. 13 aprile 2017,  n.  66,  come  modificato  dalla  L.  30
dicembre 2018, n. 145, ha  disposto  (con  l'art.  19,  comma  2)  la
proroga dell'entrata in vigore della soppressione dei commi 6, 7 e  8
del presente articolo dal 1° gennaio 2019 al 1° settembre 2019 e  che
la modifica di cui al comma 5 ha effetto a decorrere dal 1° settembre
2019.