LEGGE 29 ottobre 1991, n. 358

Norme per la ristrutturazione del Ministero delle finanze.

note: Entrata in vigore della legge: 26/11/1991 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 10/04/2001)
Testo in vigore dal: 25-4-2001
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 10 
                    Organizzazione del personale 
 
  1. (( COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 26 MARZO 2001, N. 107 )). 
  2. (( COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 26 MARZO 2001, N. 107 )). 
  3. (( COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 26 MARZO 2001, N. 107 )). 
  4. (( COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 26 MARZO 2001, N. 107 )). 
  5. (( COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 26 MARZO 2001, N. 107 )). 
  6. (( COMMA ABROGATO DAL D.P.R. 26 MARZO 2001, N. 107 )). 
  7.  I  regolamenti  di  cui  all'articolo   12   devono   prevedere
l'istituzione, in favore del personale comunque  in  servizio  presso
gli uffici centrali e  periferici  dell'Amministrazione  finanziaria,
comprese la sezione staccata del Provveditorato generale dello  Stato
e  la  Ragioneria,  di  compensi  incentivanti  la  produttivita'   e
remunerativi di specifiche prestazioni disagiate, difficoltose  o  di
particolare responsabilita'. In tal caso i regolamenti  sono  emanati
di concerto con il Ministro per la funzione pubblica,  in  base  agli
accordi sindacali. I compensi stessi debbono avere caratteristiche di
uniformita'  e   di   perequazione   rispetto   a   quelli   previsti
dall'articolo 3, comma 1, lettera i), della legge 10 ottobre 1989, n. 
349, e nei criteri per la loro attribuzione dovranno essere  previste
espressamente forme di esclusione e di attenuazione,  in  conseguenza
di  comprovate   diminuzioni   qualitative   o   quantitative   della
produttivita', fermi restando i trattamenti  normativi  ed  economici
previsti per il personale del dipartimento delle  dogane  ed  imposte
indirette dal decreto legislativo 26 aprile 1990, n. 105. Con effetto
dal 1 gennaio 1990 e' abrogato l'ultimo comma dell'articolo  5  della
legge 15 novembre 1973, n. 734.(6) 
    
----------------

    
AGGIORNAMENTO (6) 
  Il D. Lgs. 30 luglio 1999, n. 300 ha disposto (con l'art. 73, comma
7) che "Con l'entrata in vigore del regolamento di  cui  all'articolo
58, comma 3, sono abrogate tutte  le  norme  sulla  organizzazione  e
sulla  disciplina  degli  uffici   dell'amministrazione   finanziaria
incompatibili con le disposizioni del presente decreto legislativo e,
in particolare quelle del regio decreto-legge  8  dicembre  1927,  n.
2258 e successive integrazioni e modifiche, del  decreto  legislativo
26 aprile 1990, n. 105 e successive integrazioni e  modifiche,  della
legge 29 ottobre 1991, n. 358 e successive integrazioni  e  modifiche
degli articoli, da 9 a  12  della  legge  24  aprile  1980,  n.146  e
successive integrazioni e modifiche."