LEGGE 11 ottobre 1990, n. 289

Modifiche alla disciplina delle indennita' di accompagnamento di cui alla legge 21 novembre 1988, n. 508, recante norme integrative in materia di assistenza economica agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti e istituzione di un'indennita' di frequenza per i minori invalidi.

note: Entrata in vigore della legge: 1-11-1990 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/05/2011)
Testo in vigore dal: 13-7-2011
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2. 
                      Modalita' di concessione 
 
  1. La domanda per ottenere l'indennita'  mensile  di  frequenza  e'
presentata dal legale  rappresentante  del  minore  alla  commissione
medica periferica per le pensioni di guerra e di  invalidita'  civile
di cui all'articolo 3 del  decreto-legge  30  maggio  1988,  n.  173,
convertito, con modificazioni, dalla legge 26 luglio  1988,  n.  291,
competente per territorio, secondo le modalita' previste dal  decreto
del Ministro del tesoro 20 luglio  1989,  n.  292,  pubblicato  nella
Gazzetta Ufficiale n. 193 del  19  agosto  1989,  allegando  altresi'
apposita  documentazione  che  attesti  l'iscrizione  o   l'eventuale
frequenza del minore a trattamenti  terapeutici  o  riabilitativi,  a
corsi  scolastici  o  a  centri  di  formazione  o  di  addestramento
professionale. 
  2. L'indennita' mensile  di  frequenza  e'  concessa  dal  comitato
provinciale di assistenza e beneficenza pubblica, previa acquisizione
di ulteriore idonea  certificazione  di  frequenza  che  contenga  la
precisa  indicazione  della  durata  del  trattamento  terapeutico  o
riabilitativo o del corso scolastico o di quello di formazione  o  di
addestramento professionale. 
  3. La concessione dell'indennita' mensile di frequenza e'  limitata
alla reale durata del trattamento o del corso  e  decorre  dal  primo
giorno del  mese  successivo  a  quello  di  effettivo  inizio  della
frequenza al corso o al trattamento stesso ed ha termine con il  mese
successivo a quello  di  cessazione  della  frequenza.  ((Qualora  la
predetta indennita' sia erogata per la frequenza di scuole, pubbliche
o private, per tutta la durata dell'obbligo formativo scolastico,  e'
obbligatorio  trasmettere  la   sola   comunicazione   dell'eventuale
cessazione dalla partecipazione a tali corsi scolastici)). 
  4. L'indennita' mensile di frequenza puo', in ogni momento,  essere
revocata con effetto dal primo giorno del mese successivo  alla  data
del relativo provvedimento,  qualora  da  accertamenti  esperiti  non
risulti soddisfatto il requisito della frequenza.