LEGGE 5 giugno 1990, n. 135

Programma di interventi urgenti per la prevenzione e la lotta contro l'AIDS.

note: Entrata in vigore della legge: 9-6-1990 (Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/04/2013)
Testo in vigore dal: 7-2-1991
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3. 
                       (Conferenze regionali) 
  1.  Per  consentire  l'immediata  realizzazione  degli   interventi
previsti dalla presente legge, il Ministro  della  sanite'  promuove,
d'intesa con ciascuna  regione,  un'apposita  conferenza  alla  quale
partecipano   i   responsabili   dei    competenti    uffici    delle
amministrazioni e degli enti statali,  regionali  e  locali  comunque
tenuti ad assumere  atti  di  intesa,  autorizzazioni,  approvazioni,
concessioni e nulla osta previsti da leggi statali e regionali. 
  2. La conferenza acquisisce e valuta tutti  gli  elementi  relativi
alla  compatibilita'  dei  progetti  con  le   esigenze   ambientali,
territoriali, paesaggistiche e culturali  ed  entro  quindici  giorni
dalla convocazione si  esprime  su  di  essi  nella  seduta  all'uopo
convocata. 
  3.  L'approvazione  assunta  all'unanimita'  sostituisce  ad   ogni
effetto  gli  atti  di  intesa,  i  pareri,  le  autorizzazioni,   le
approvazioni; nulla osta previsti dalla leggi statali e regionali. Ad
essa si applicano le disposizioni di cui ai  commi  primo,  quarto  e
quinto dell'articolo 1 della legge 3 gennaio 1978, n. 1, e successive
modificazioni. 
  4. In assenza di unanimita' e su motivata  richiesta  del  Ministro
della sanita', si provvede con decreto del Presidente  del  Consiglio
dei ministri; previa deliberazione del Consiglio medesimo. Tale 
decreto ha gli stessi effetti previsti dal comma 3. ((1)) 
  5. Non sono comunque derogabili le norme della legge  13  settembre
1982, n. 646,  e  successive  modificazioni,  nonche'  i  vincoli  di
inedificabilita' e le prescrizioni sostanziali contenute  in  vincoli
previsti  dalle  leggi  in  materia   paesaggistica,   ambientale   e
storico-monumentale. 
    
-------------

    
AGGIORNAMENTO (1) 
La Corte costituzionale, con sentenza 17 - 31 gennaio 1991 n. 37  (in
G.U.  1a  s.s.  06/02/1991  n.  6)  ha  dichiarato  "l'illegittimita'
costituzionale dell'art. 3, comma quarto, della legge 5 giugno  1990,
n. 135, nella parte in cui non prevede che le Regioni e  le  Province
autonome  interessate  siano  preventivamente   sentite   in   ordine
all'adozione degli atti sostitutivi ivi previsti".