LEGGE 9 marzo 1989, n. 88

Ristrutturazione dell'Istituto nazionale della previdenza sociale e dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 20/05/2022)
Testo in vigore dal: 16-3-2000
aggiornamenti all'articolo
                               ART. 55 
(Ristrutturazione dell'Istituto nazionale per l'assicurazione  contro
                 gli infortuni sul lavoro - INAIL). 
 
1. L'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni  sul
lavoro (INAIL), ente pubblico erogatore di servizi, e sottoposto alla
vigilanza del Ministero del lavoro e della previdenza sociale  e  del
Ministero del tesoro. 
2. L'INAIL, nel quadro della  politica  economica  generale,  adempie
alle  funzioni  attribuitegli  con  criteri  di  economicita'  e   di
imprenditorialita', adeguando autonomamente la propria organizzazione
all'esigenza di efficiente e tempestiva acquisizione  dei  contributi
ed  erogazione  delle  prestazioni,  realizzando  una  gestione   del
patrimonio mobiliare e immobiliare che assicuri un idoneo  rendimento
finanziario. Alla medesima finalita'  deve  confermarsi  l'azione  di
controllo e di vigilanza sull'attivita' dell'Istituto. 
3.  All'articolo  1  del  regio  decreto  6  luglio  1933,  n.  1033,
modificato dal decreto legislativo del Capo provvisorio  dello  Stato
13 maggio 1947, n.  438,  e'  aggiunto  il  seguente  punto:  "6)  il
Direttore generale". 
4. Ferma restando la composizione degli organi dell'Istituto prevista
dalle normative attuali, le disposizioni di cui agli articoli  5,  7,
8, 9, 10, 11, 12, 13, 16, 17, 18  e  20  della  presente  legge  sono
estese  all'INAIL  per  quanto  compatibili  con  le  sue  competenze
istituzionali. 
5. ((PERIODO ABROGATO DAL D.LGS. 23 FEBBRAIO 2000, N. 38)). Nel  caso
in cui siano state riscosse prestazioni risultanti non dovute, non si
da' luogo a recupero delle somme corrisposte,  salvo  che  l'indebita
percezione sia dovuta a dolo dell'interessato.  Il  mancato  recupero
delle  somme  predette  puo'   essere   addebitato   al   funzionario
responsabile soltanto in caso di dolo o colpa grave. Anche  nel  caso
in  cui  sia  stato  richiesto  un  minor  premio   ed   acconto   di
assicurazione rispetto a quello  dovuto,  il  mancato  incasso  delle
somme  a  tale  titolo  puo'   essere   addebitato   al   funzionario
responsabile soltanto in caso di dolo o colpa grave.