LEGGE 25 febbraio 1987, n. 67

Rinnovo della legge 5 agosto 1981, n. 416, recante disciplina delle imprese editrici e provvidenze per l'editoria.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/12/2019)
Testo in vigore dal: 1-1-2019
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 28. 
            (Ente nazionale per la cellulosa e la carta) 
 
  1. Alla corresponsione dei contributi di cui agli  articoli  8,  9,
10, 16, 17, 18 e 19 provvede l'Ente nazionale per la cellulosa  e  la
carta, con il contributo straordinario dello Stato di cui al comma  2
del presente articolo, e, con priorita'  rispetto  alle  altre  spese
istituzionali, con i fondi tratti dai contributi  ad  esso  dovuti  a
norma della legge 28 marzo 1956, n. 168, e successive modificazioni. 
  2.  L'ammontare  del  contributo  straordinario  dello   Stato   e'
determinato in lire 80 miliardi per l'anno 1986, in lire 75  miliardi
per l'anno 1987, in lire 25 miliardi per  l'anno  1988,  in  lire  25
miliardi per l'anno 1989 e in lire 25 miliardi per l'anno 1990. 
  3. Il contributo straordinario dello Stato, previsto dal precedente
comma 2, deve essere versato in un  fondo  speciale  ed  iscritto  in
bilancio su apposito  capitolo  nel  comparto  attivo  delle  entrate
extracontributive per le quote acquisite nell'anno cui  si  riferisce
il bilancio stesso. 
  4. La gestione  relativa  sia  al  contributo  straordinario  dello
Stato,  integrato  con  i  versamenti  della  quota  dei   contributi
dell'Ente nazionale per  la  cellulosa  e  per  la  carta,  sia  alle
provvidenze di cui agli articoli citati al comma 1, forma oggetto  di
una contabilita' speciale autonoma, da allegare al bilancio dell'Ente
stesso. 
  5. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 15 MAGGIO 2017, N. 70)).