LEGGE 6 giugno 1986, n. 251

Istituzione dell'albo professionale degli agrotecnici.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 24/06/2014)
Testo in vigore dal: 21-8-2014
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 11. 
 
  1. L'iscrizione all'albo degli agrotecnici consente: 
    a) la direzione e l'amministrazione di cooperative di produzione,
commercializzazione e vendita di prodotti agricoli; 
    b) la direzione,  l'amministrazione  e  la  gestione  di  aziende
agrarie e zootecniche e di aziende di lavorazione,  trasformazione  e
commercializzazione di prodotti agrari  e  zootecnici,  limitatamente
alle piccole e medie aziende, ivi  comprese  le  funzioni  contabili,
quelle di assistenza e rappresentanza tributaria  e  quelle  relative
all'amministrazione del personale dipendente dalle medesime aziende; 
    c) l'assistenza tecnico-economica agli organismi  cooperativi  ed
alle piccole e medie aziende, compresa la progettazione  e  direzione
di piani aziendali ed interaziendali, anche ai fini della concessione
dei  mutui  fondiari  ,  nonche'  le  opere   di   trasformazione   e
miglioramento fondiario.((5)) 
    d) l'assistenza alla stipulazione dei contratti agrari; 
    e) la formulazione e l'analisi  dei  costi  di  produzione  e  la
consulenza ed i controlli analitici per i settori  lattiero-caseario,
enologico ed oleario; 
    f) la rilevazione dei dati statistici; 
    g)  l'assistenza  tecnica  per  i  programmi  e  gli   interventi
fitosanitari e di lotta integrata; 
    h) la curatela di aziende agrarie e zootecniche; 
    i) la direzione e manutenzione  di  parchi  e  la  progettazione,
direzione e manutenzione di giardini, anche localizzati,  gli  uni  e
gli altri, in aree urbane; 
    l) le attivita' connesse agli accertamenti ed  alla  liquidazione
degli usi civici; 
    m) l'assistenza tecnica ai produttori singoli ed associati; 
    n) le attribuzioni derivanti da altre leggi; 
    o)  l'esercizio  delle   competenze   connesse   al   titolo   di
specializzazione ottenuto a seguito di regolare corso istituito dallo
Stato o dalle regioni. 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (5) 
  Il D.L. 24 giugno 2014, n. 91, convertito con  modificazioni  dalla
L. 11 agosto 2014, n. 116 ha disposto (con l'art.  1-bis,  comma  16)
che "L'articolo 11, comma 1, lettera c), della legge 6  giugno  1986,
n.  251,  come  modificato  dall'articolo  26,   comma   2-bis,   del
decreto-legge   31   dicembre   2007,   n.   248,   convertito,   con
modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2008, n. 31, si interpreta nel
senso che sono anche di competenza  degli  iscritti  nell'albo  degli
agrotecnici le attivita' di progettazione e direzione delle opere  di
trasformazione e miglioramento fondiario, sia agrario che forestale".