LEGGE 26 aprile 1983, n. 130

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 1983).

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/1984)
Testo in vigore dal: 30-4-1983
                               ART. 8.

  Il fondo contributi di cui al primo capoverso dell'articolo 3 della
legge  28  maggio  1973,  n.  295,  costituito presso il Mediocredito
centrale,  e'  incrementato della somma di lire 2.500 miliardi per la
corresponsione  di  contributi in conto interessi sulle operazioni di
finanziamento  alle esportazioni a pagamento differito previste dalla
legge 24 maggio 1977, numero 227, e successive modificazioni.
  La  somma  di  cui  al  precedente comma e' iscritta nello stato di
previsione  del Ministero del tesoro nel periodo 1984--1989. Le quote
relative  agli  anni 1984 e 1985 restano determinate, rispettivamente
in lire 115 miliardi ed in lire 322 miliardi.
  Per  la  concessione  dei  contributi previsti dall'articolo 10 del
decreto-legge  28  maggio  1981, n. 251, recante provvedimenti per il
sostegno  delle  esportazioni  italiane,  convertito  in  legge,  con
modificazioni, dalla legge 29 luglio 1981, n. 394, e' autorizzata per
l'anno  1983  la spesa di lire 2.000 milioni da iscrivere nello stato
di previsione della spesa del Ministero del commercio con l'estero.
  Per  la  concessione  dei  contributi  di cui all'articolo 13 della
legge  21  maggio  1981,  n.  240,  recante  provvidenze a favore dei
consorzi  e  delle  societa'  consortili  tra piccole e medie imprese
nonche'  delle  societa'  consortili miste, l'autorizzazione di spesa
per  gli  anni  1983  e  1984,  di cui all'articolo 16 della medesima
legge,  e'  elevata, rispettivamente, di lire 4.000 milioni e di lire
2.000  milioni da iscrivere nello stato di previsione della spesa del
Ministero  del commercio con l'estero per gli stessi anni finanziari.
Sono  ridotte,  rispettivamente,  di  lire 1.000 milioni per ciascuno
degli  anni  1983  e  1984  le  autorizzazioni  di  spesa di cui agli
articoli 11 e 21 della predetta legge 21 maggio 1981, n. 240.
  Il  fondo  di  dotazione della Sezione speciale per l'assicurazione
del  credito  all'esportazione  (SACE),  istituito  con l'articolo 13
della  legge  24 maggio 1977, numero 227, e' incrementato della somma
di  lire  200  miliardi,  da  iscrivere nello stato di previsione del
Ministero del tesoro nell'anno finanziario 1984.
  In  deroga  al quinto comma del predetto articolo 13 della legge 24
maggio  1977,  n.  227, e successive modificazioni, l'importo di lire
200  miliardi  e'  completamente  utilizzabile  per  il  pagamento di
indennizzi.
  L'autorizzazione  di  spesa  di  cui all'articolo 1, secondo comma,
della  legge  14  agosto  1971, n. 817, e successive modificazioni ed
integrazioni,  concernente  apporto  al patrimonio della cassa per la
formazione  della proprieta' contadina, e elevata di lire 20 miliardi
da  iscrivere  nello  stato  di  previsione della spesa del Ministero
dell'agricoltura e delle foreste per l'anno finanziario 1983.