LEGGE 29 marzo 1983, n. 93

Legge quadro sul pubblico impiego.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 09/05/2001)
vigente al 03/12/2022
Testo in vigore dal: 24-5-2001
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 27.
Istituzione, attribuzioni ed   ordinamento   del  Dipartimento  della
                          funzione pubblica

  Nell'ambito   della   Presidenza  del  Consiglio  dei  Ministri  e'
istituito il Dipartimento della funzione pubblica, cui competono:
    1) la tenuta dell'albo dei dipendenti civili dello Stato e dei
    dipendenti    italiani    operanti   presso   le   organizzazioni
    internazionali;
2) l'attivita' di indirizzo e di coordinamento generale in
materia di pubblico impiego;
    3)  il  coordinamento delle iniziative di riordino della pubblica
amministrazione  e  di organizzazione dei relativi servizi, anche per
quanto concerne i connessi aspetti informatici; (6)
    4)  il  controllo  sulla efficienza e la economicita' dell'azione
amministrativa  anche  mediante  la valutazione della produttivita' e
dei risultati conseguiti;
    5) ((IL D. LGS. 30 MARZO 2001, N. 165 HA CONFERMATO L'ABROGAZIONE
DEL PRESENTE COMMA));
    6)  il  coordinamento  delle iniziative riguardanti la disciplina
del  trattamento  giuridico ed economico dei pubblici dipendenti e la
definizione  degli  indirizzi  e  delle  direttive  per i conseguenti
adempimenti amministrati;
    7)   la   individuazione   dei   fabbisogni  di  personale  e  la
programmazione del relativo reclutamento;
    8) gli adempimenti per il concerto dei singoli Ministri in ordine
ai  disegni  di  legge  ed  agli  altri  provvedimenti concernenti il
personale  e  gli  aspetti  funzionali ed organizzativi specifici dei
singoli Ministeri;
    9) NUMERO ABROGATO DAL D. LGS. 3 FEBBRAIO 1993, N. 29;
    10)  le  attivita'  connesse  con  il  funzionamento della Scuola
superiore della pubblica amministrazione;
    11)  la  cura,  sentito  il  Ministero  degli  affari esteri, dei
rapporti  con  l'OCSE, l'UEO e gli altri organismi internazionali che
svolgono attivita' nel campo della pubblica amministrazione.
  Nelle  suddette  materie il Dipartimento si avvale dell'apporto del
Consiglio superiore della pubblica amministrazione.
  Ai  fini  della  determinazione  delle  previsioni di spesa e delle
impostazioni  retributive-funzionali  nel  quadro  degli  accordi  da
definire  con  le  organizzazioni sindacali, le amministrazioni dello
Stato,  anche  ad  ordinamento  autonomo,  le regioni, le province, i
comuni  e  gli  altri  enti  pubblici di cui alla presente legge sono
tenuti a fornire, nei tempi prescritti, alla Presidenza del Consiglio
dei  Ministri  -  Dipartimento  della  funzione pubblica tutti i dati
globali  e  disaggregati riguardanti il personale nonche' la relativa
distribuzione funzionale e territoriale.
  Alle  dipendenze  della  Presidenza  del  Consiglio  dei Ministri -
Dipartimento della funzione pubblica e posto un contingente di cinque
ispettori  di finanza comandati dalla Ragioneria generale dello Stato
e  di cinque funzionari particolarmente esperti in materia, comandati
dal  Ministero dell'interno, i quali avranno il compito di verificare
la corretta applicazione degli accordi collettivi stipulati presso le
amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, presso le
regioni,  le province, i comuni e gli altri enti pubblici di cui alla
presente  legge.  Gli  ispettori, nell'esercizio delle loro funzioni,
hanno  piena  autonomia  funzionale  ed hanno l'obbligo di denunciare
alla   procura  generale  della  Corte  dei  conti  de  irregolarita'
riscontrate.
  Il  Dipartimento  della funzione pubblica sara' ordinato in servizi
per  la  gestione  amministrativa  degli  affari  di  competenza.  Le
attivita'  di  studio,  ricerca  ed  impulso  saranno  organizzate in
funzione  di strutture aperte e flessibili di supporto tecnico per le
pubbliche amministrazioni.
  Dovra'  essere  definito  il  numero dei dipendenti da assegnare al
Dipartimento.   Il   personale  dovra'  essere  distaccato  da  altre
amministrazioni,  enti pubblici ed aziende pubbliche tenendo conto di
precisi  requisiti di professionalita' e specializzazione e collocato
anche  in posizione di fuori ruolo presso la Presidenza del Consiglio
dei Ministri. Potra' essere utilizzato anche il personale di cui alla
legge 2 aprile 1979, n. 97.
  All'ordinamento   del   Dipartimento  della  funzione  pubblica  si
provvedera',  entro  sei  mesi  dalla data di entrata in vigore della
presente   legge,  con  uno  o  piu'  decreti  del  Presidente  della
Repubblica, a seguito di delibera del Consiglio dei Ministri adottata
su  proposta  del  Presidente  del Consiglio dei Ministri, sentite le
competenti  commissioni  permanenti  della  Camera dei deputati e del
Senato  della Repubblica, sulla base dei principi stabiliti nei commi
precedenti.
---------------
AGGIORNAMENTO (6)
  Il  D.  LGS.  30  marzo 2001, n.165 ha disposto (con l'art. 18) che
"sono  abrogate  le disposizioni contenute nell'art. 27, comma primo,
n.  3)  limitatamente  ai riferimenti all'informatica, della legge 29
marzo 1983, n. 93" .