LEGGE 26 gennaio 1983, n. 18

Obbligo da parte di determinate categorie di contribuenti dell'imposta sul valore aggiunto di rilasciare uno scontrino fiscale mediante l'uso di speciali registratori di cassa.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2012)
Testo in vigore dal: 15-4-2000
aggiornamenti all'articolo
                              .Art. 2.

  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  All'accertamento  delle violazioni provvedono la Guardia di finanza
e  gli  uffici dell'imposta sul valore aggiunto. Le relative sanzioni
sono  applicate  dall'ufficio  dell'imposta sul valore aggiunto nella
cui  circoscrizione  si  trova  il domicilio fiscale del contribuente
tenuto ad emettere lo scontrino fiscale.
  ((Salvo  che  il  fatto  costituisca  reato,  chiunque  manomette o
comunque  altera gli apparecchi misuratori previsti nell'articolo 1 o
fa  uso di essi allorche' siano stati manomessi o alterati o consente
che  altri  ne  faccia  uso  al fine di eludere le disposizioni della
presente legge e' punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da
lire  due  milioni a lire quindici milioni. Con la stessa sanzione e'
punito,  salvo  che il fatto costituisca reato, chiunque, allo stesso
fine,  forma  in  tutto  o  in  parte  stampati, documenti o registri
prescritti  dai  decreti indicati nell'articolo 1 o li altera e ne fa
uso o consente che altri ne faccia uso; nonche' chiunque, senza avere
concorso   nella   falsificazione,  fa  uso  degli  stessi  stampati,
documenti o registri.))
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.
  COMMA ABROGATO DAL D.LGS 18 DICEMBRE 1997, N. 471.