LEGGE 7 agosto 1982, n. 529

Regolamentazione dei rapporti tra l'ENEL, le imprese elettriche degli enti locali e le imprese autoproduttrici di energia elettrica, in materia di concessioni di grandi derivazioni idroelettriche.

Testo in vigore dal: 28-8-1982
                               Art. 4.

  L'ENEL  fornira',  al  costo  di  esercizio dell'impianto e per una
durata di quindici anni dalla scadenza della concessione, ai titolari
delle  concessioni  di  grande derivazione idroelettrica le cui opere
gli   siano   state   trasferite  ai  sensi  del  combinato  disposto
dell'articolo  25  del  testo unico delle disposizioni di legge sulle
acque  e  sugli  impianti  elettrici,  approvato con regio decreto 11
dicembre  1933, n. 1775, e dell'articolo 9, quinto comma, del decreto
del  Presidente  della Repubblica 18 marzo 1965, n. 342, quantitativi
di  potenza  e  di  energia elettrica corrispondenti, per i primi sei
anni,  alla  produzione  degli impianti trasferiti e progressivamente
decrescenti per i successivi nove anni.
  Ai  consumi di energia fornita ai sensi del precedente comma non si
applica  il  sovrapprezzo  termico  di  cui al provvedimento 6 luglio
1974,  n. 34, del Comitato interministeriale dei prezzi, e successive
modificazioni.
  Le  imprese  elettriche  degli  enti  locali,  alle  quali  fossero
assentite,  ai  sensi  dell'articolo 13 della legge 2 agosto 1975, n.
393, le concessioni scadute di grande derivazione idroelettrica delle
imprese autoproduttrici, sono tenute ad adempiere gli obblighi di cui
ai due commi precedenti.