LEGGE 10 marzo 1982, n. 72

Autorizzazione di vendita al comune di Chioggia (Venezia) delle aree di proprieta' dello Stato situate nel comprensorio denominato "Ex Forte di Brondolo".

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 14/03/1988)
Testo in vigore dal: 14-3-1988
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2.

  Nell'atto  di  vendita  di cui all'articolo precedente il comune di
Chioggia deve impegnarsi a:
    a)  versare  all'Amministrazione  finanziaria  dello Stato per la
cessione  dell'area  la somma che l'ufficio tecnico erariale stimera'
con  riferimento alla data di stipula del contratto, in aggiornamento
di   quella  provvisoriamente  determinata  in  L.  4.500  per  metro
quadrato;
    ((b) corrispondere alla stessa Amministrazione, secondo l'importo
determinato  dall'Ufficio tecnico erariale con riferimento all'intero
periodo  di  durata  dell'occupazione e fino alla data di stipula del
contratto di cessione dell'immobile, gli indennizzi per l'occupazione
delle  aree  con ogni accessorio. Dagli indennizzi saranno scomputate
le somme eventualmente gia' anticipate allo stesso titolo)).
    c)  sollevare  l'Amministrazione  finanziaria dello Stato da ogni
onere,   obbligo  e  responsabilita'  relativamente  ai  procedimenti
giudiziari  in  corso  con gli attuali detentori delle aree e da ogni
pretesa di terzi costruttori;
    d)  realizzare le opere di urbanizzazione primaria e secondaria e
quanto   altro  serve  all'urbanizzazione  del  comprensorio  di  cui
all'articolo  1,  in  particolare riservando a servizi sociali, verde
pubblico,  strade, edilizia economica e popolare tutte le aree finora
non occupate.