LEGGE 5 agosto 1981, n. 416

Disciplina delle imprese editrici e provvidenze per l'editoria.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 18/07/2020)
Testo in vigore dal: 5-4-2001
aggiornamenti all'articolo
                               ART. 9. 
                       (Funzioni del Garante) 
 
  Il Garante, fermi restando i compiti  previsti  dalle  altre  norme
della presente legge, riceve, tramite il  servizio  dell'editoria  di
cui all'articolo 10, copia delle  comunicazioni  previste  dai  commi
sesto, lettere a) e b), settimo, nono e decimo dell'articolo  1,  dai
commi quinto e sesto dell'articolo  2,  dai  commi  primo  e  secondo
dell'articolo 5 e  dal  sesto  comma  dell'articolo  12;  riceve  dal
servizio   stesso   comunicazione    delle    delibere    concernenti
l'accertamento delle tirature dei giornali quotidiani, delle delibere
concernenti i riconoscimenti di cui al quinto comma dell'articolo  24
e delle delibere riguardanti la ripartizione dei contributi  e  delle
integrazioni di cui agli  articoli  22,  24,  26  e  27;  riceve  dal
Ministero  dei  beni  culturali  e  ambientali  comunicazione   delle
delibere  concernenti  i  riconoscimenti  di  cui  al   primo   comma
dell'articolo  25  e  comunicazione  delle  delibere  concernenti  la
ripartizione dei contributi previsti dal medesimo articolo. 
  Il Garante da' inoltre tempestiva notizia scritta, con le procedure
di cui al comma secondo dell'articolo 8, alle competenti  commissioni
permanenti della Camera dei deputati e del Senato  della  Repubblica,
delle comunicazioni di cui all'articolo 1, commi sesto, lettere a)  e
b), settimo, nono e decimo, e all'articolo 2, commi primo,  quinto  e
sesto. 
  Il   garante    dell'attuazione    della    legge    dell'editoria,
nell'esercizio delle  funzioni  di  cui  alla  presente  legge,  puo'
chiedere ai competenti uffici pubblici tutte  le  notizie  necessarie
per accertare l'identita', la situazione patrimoniale e tributaria di
soggetti che risultino intestatari di  azioni  o  quote  di  societa'
editrici di quotidiani o periodici. 
  Il garante, qualora non abbia ottenuto le notizie  richieste  o  le
giudichi  insufficienti   o   inattendibili,   puo'   chiedere   alla
magistratura di svolgere le indagini anche mediante utilizzazione dei
Corpi di polizia  dello  Stato,  al  fine  di  accertare  l'effettiva
titolarita'  delle  imprese  editoriali  e  della  proprieta'   delle
testate, nonche' la sussistenza dei rapporti di carattere finanziario
o organizzativo di cui all'ottavo comma dell'articolo 1. 
  Il garante esercita altresi' dinanzi al giudice competente l'azione
di nullita' degli atti posti in  essere  in  violazione  dei  divieti
disposti dalla presente legge. ((21)) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (21) 
  La L. 7 marzo 2001, n. 62 ha disposto (con l'art. 21 comma  1)  che
e' abrogato l' articolo 9 della legge 5 agosto 1981,  n.  416,  nella
parte in cui dispone l'obbligo del Dipartimento per l'informazione  e
l'editoria -  Ufficio  per  l'editoria  e  la  stampa  di  comunicare
all'Autorita' per le garanzie nelle  comunicazioni  le  tirature  dei
giornali quotidiani.