LEGGE 25 maggio 1981, n. 307

Ratifica ed esecuzione della convenzione relativa alla istituzione di un sistema di registrazione dei testamenti, firmata a Basilea il 16 maggio 1972.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 01/12/2005)
Testo in vigore dal: 17-10-1991
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 19.

  Con  decreto  del  Presidente  della  Repubblica,  su  proposta del
Ministro  di  grazia  e  giustizia, di concerto con il Ministro degli
affari   esteri,   saranno   emanate   le   norme  regolamentari  per
l'attuazione  della presente legge entro un anno dalla sua entrata in
vigore.
  Le  iscrizioni,  le certificazioni e gli altri adempimenti previsti
dalla  presente legge potranno essere richiesti dalla data di entrata
in vigore del regolamento di cui al comma precedente.
  ((Nel  registro  generale dei testamenti sono altresi' iscritti gli
atti  indicati  nei  numeri 1), 2), 3), 4) e 6) dell'articolo 4 della
presente  legge,  ricevuti o depositati dal 1› gennaio 1980 alla data
di  entrata  in  funzione  del  sistema di iscrizione per i quali non
siano  stati  disposti  il  passaggio  agli  atti  tra vivi ovvero la
pubblicazione  di  cui  agli  articoli 620 e 621 del codice civile. I
suddetti  atti  verranno  iscritti  con  le  modalita'  ed i tempi da
stabilirsi  con decreto del Ministro di grazia e giustizia e comunque
non  oltre  il 31 dicembre 1995. Per tali atti non e' dovuta la tassa
di  iscrizione;  le  schede, comprese quelle sostitutive, da chiunque
redatte, sono esenti dall'imposta di bollo)).

  La  presente  legge,  munita del sigillo dello Stato, sara' inserta
nella  Raccolta  ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

  Data a Roma, addi' 25 maggio 1981

                               PERTINI

                                           FORLANI - COLOMBO - DARIDA
                                                            ANDREATTA

Visto, il Guardasigilli: DARIDA