LEGGE 13 agosto 1980, n. 466

Speciali elargizioni a favore di categorie di dipendenti pubblici e di cittadini vittime del dovere o di azioni terroristiche.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/11/2003)
Testo in vigore dal: 13-1-2004
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 3.

  Ai  magistrati ordinari, ai militari dell'Arma dei carabinieri, del
Corpo  della  guardia di finanza, del Corpo delle guardie di pubblica
sicurezza, del Corpo degli agenti di custodia, al personale del Corpo
forestale  dello  Stato,  ai  funzionari  di  pubblica  sicurezza, al
personale  del  Corpo di polizia femminile, al personale civile della
Amministrazione  degli  istituti  di prevenzione e di pena, ai vigili
del  fuoco,  agli  appartenenti  alle  Forze  armate  dello  Stato in
servizio  di  ordine pubblico o di soccorso, i quali, in attivita' di
servizio,  per  diretto  effetto  di  ferite  o  lesioni subite nelle
circostanze  ed  alle  condizioni  di  cui  agli articoli 1 e 2 della
presente  legge,  abbiano  riportato  una  invalidita' permanente non
inferiore all'80 per cento della capacita' lavorativa o che comporti,
comunque,   la   cessazione   del  rapporto  d'impiego,  e'  concessa
un'elargizione nella misura di lire 100 milioni. ((4))
---------------
AGGIORNAMENTO (4)
  Il  D.L.  28  novembre  2003,  n. 337, convertito con modificazioni
dalla  L.  24  dicembre  2003,  n. 369 ha disposto che per gli eventi
successivi  alla data del 1° gennaio 2003, le speciali elargizioni di
cui all'articolo 3 della legge 13 agosto 1980, n. 466 sono elevate ad
euro 200.000.