LEGGE 10 marzo 1980, n. 56

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 11 gennaio 1980, n. 4, concernente lo studio delle soluzioni tecniche da adottare per la riduzione delle acque alte nella laguna veneta.

  • Articoli
  • 1
  • 2
Testo in vigore dal: 13-3-1980
attiva riferimenti normativi
    La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della Repubblica hanno
approvato;

                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

                              PROMULGA

la seguente legge:
                               Art. 1.

  Il decreto-legge 11 gennaio 1980, n. 4, concernente lo studio delle
soluzioni  tecniche  da  adottare  per  la riduzione delle acque alte
nella   laguna  veneta,  e'  convertito  in  legge  con  le  seguenti
modificazioni:
  All'articolo 2:
    il primo comma e sostituito dal seguente:
    "Ai  fini  della  soluzione  tecnica  da  adottare per una idonea
riduzione  dell'acqua  alta nei centri storici e per la progettazione
esecutiva  degli  interventi,  il  Ministero  dei  lavori  pubblici e
autorizzato  a  conferire,  in  base  a  specifiche  convenzioni,  ad
istituti,  universitari,  ditte  specializzate  ed  a  privati, anche
stranieri,  incarichi  professionali  finalizzati  agli obiettivi del
presente decreto";
    nel terzo comma, e' soppressa la parola: "Inoltre";
    l'ultimo comma e' soppresso.
  All'articolo 3:
    nel  primo  comma,  le  parole:  "di  cui  alla  lettera a)" sono
sostituite  dalle seguenti: "di cui al secondo comma, lettera a),", e
la parola: "previsti" e sostituita dalla seguente: "previsto";
    il secondo ed il terzo comma sono sostituiti dal seguente:
    "I  rimborsi ed i compensi di cui al secondo comma, lettera b), e
al  terzo  comma  del  precedente  articolo  saranno  determinati  in
relazione  all'attivita'  svolta, con decreto del Ministro dei lavori
pubblici di concerto con il Ministro del tesoro, anche in deroga alle
disposizioni   legislative   vigenti   in  materia.  Analogamente  si
provvedera' per i componenti stranieri della commissione giudicatrice
dell'appalto-concorso  internazionale  autorizzato con legge 5 agosto
1975, n. 404".