LEGGE 26 gennaio 1980, n. 16

Disposizioni concernenti la corresponsione di indennizzi, incentivi ed agevolazioni a cittadini ed imprese italiane che abbiano perduto beni, diritti ed interessi in territori gia' soggetti alla sovranita' italiana e all'estero.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 10/02/1994)
Testo in vigore dal: 12-2-1980
                              Art. 12.

  La  spesa  per  gli  indennizzi  e  le  integrazioni previste dalla
presente   legge  fara'  carico  al  capitolo  4543  dello  stato  di
previsione  della  spesa  del  Ministero del tesoro, la cui dotazione
sara' integrata per l'anno 1980 di lire 5.000 milioni.
  Con  legge  di  approvazione del bilancio di previsione dello Stato
per  gli  anni  successivi,  saranno annualmente iscritte le restanti
somme per gli interventi di cui al precedente primo comma.
  Per  la  concessione  del  concorso  statale  nel  pagamento  degli
interessi  previsto  dalla presente legge, sono autorizzati limiti di
impegno   quindicennali   per   importi   che   verranno  determinati
annualmente  con  la legge di approvazione del bilancio di previsione
dello  Stato. I relativi stanziamenti saranno iscritti nello stato di
previsione della spesa del Ministero del tesoro.
  Un  primo  limite  di  impegno,  per  l'anno  finanziario  1980,  e
stabilito  in  lire  500 milioni. All'onere complessivo di lire 5.500
milioni  derivante  dall'attuazione  della  presente  legge nell'anno
1980,  si fara' fronte mediante corrispondente riduzione del capitolo
6856  dello  stato di previsione della spesa del Ministero del tesoro
per l'anno medesimo.
  Il  Ministro  del  tesoro  e  autorizzato  ad apportare, con propri
decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.