LEGGE 22 maggio 1978, n. 194

Norme per la tutela sociale della maternita' e sull'interruzione volontaria della gravidanza.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/03/2018)
Testo in vigore dal: 6-6-1978
                              Art. 15.

  Le regioni, d'intesa con le universita' e con gli enti ospedalieri,
promuovono  l'aggiornamento  del  personale sanitario ed esercente le
arti   ausiliarie   sui   problemi  della  procreazione  cosciente  e
responsabile,   sui   metodi   anticoncezionali,  sul  decorso  della
gravidanza,  sul  parto  e sull'uso delle tecniche piu' moderne, piu'
rispettose  dell'integrita'  fisica  e  psichica  della  donna e meno
rischiose  per l'interruzione della gravidanza. Le regioni promuovono
inoltre  corsi  ed  incontri  ai  quali  possono  partecipare  sia il
personale  sanitario  ed  esercente le arti ausiliarie sia le persone
interessate  ad  approfondire  le  questioni  relative all'educazione
sessuale,   al   decorso   della  gravidanza,  al  parto,  ai  metodi
anticoncezionali e alle tecniche per l'interruzione della gravidanza.
  Al  fine  di  garantire  quanto  disposto  dagli articoli 2 e 5, le
regioni   redigono   un   programma   annuale  d'aggiornamento  e  di
informazione  sulla  legislazione  statale e regionale, e sui servizi
sociali, sanitari e assistenziali esistenti nel territorio regionale.