LEGGE 12 agosto 1977, n. 675

Provvedimenti per il coordinamento della politica industriale, la ristrutturazione, la riconversione e lo sviluppo del settore.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 26/06/2012)
Testo in vigore dal: 30-12-1977
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 18.

  La  detrazione prevista dall'articolo 19 del decreto del Presidente
della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni,
e'  maggiorata  di  un  importo  pari  al  4  per  cento  della  base
imponibile,  risultante  dalle  fatture  e  dalle  bollette  doganali
registrate  nei  dodici mesi successivi a partire dal mese successivo
alla  data  di  entrata  in vigore della presente legge e relative ad
ordinativi  emessi  nello stesso periodo di tempo, per gli acquisti e
per  le  importazioni  di  beni  materiali  ammortizzabili  di  nuova
produzione,  ad  esclusione  degli  immobili, afferenti all'esercizio
delle industrie manifatturiere ed estrattive di cui ai gruppi da IV a
((XV))  della  tabella  approvata  con  decreto  del  Ministro per le
finanze 29 ottobre 1974.
  La  maggiore  detrazione  di  cui  al comma precedente e' ammessa a
condizione   che   sia  indicata  distintamente  nelle  dichiarazioni
periodiche,  quando dovute o nelle annotazioni previste nell'articolo
12, comma ottavo, della legge 12 novembre 1976, n. 751, nonche' nella
dichiarazione   annuale,   e  che  alla  dichiarazione  stessa  siano
allegati;  in  originale  o  in copia fotostatica, gli ordinativi, le
fatture e le bollette doganali.
  L'onere,  derivante  dall'applicazione  del  presente articolo e' a
carico  del "Fondo" di cui all'articolo 3, che versera' all'erario la
relativa imposta secondo modalita' stabilite con decreto del Ministro
per  le  finanze,  di  concerto con i Ministri per il tesoro e per il
bilancio e la programmazione economica.