LEGGE 24 maggio 1977, n. 227

Disposizioni sull'assicurazione e sul finanziamento dei crediti inerenti alle esportazioni di merci e servizi, all'esecuzione di lavori all'estero nonche' alla cooperazione economica e finanziaria in campo internazionale.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/05/1998)
Testo in vigore dal: 1-3-1979
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 27.

  ((In  caso  di  insufficienza del fondo di cui al secondo comma del
precedente articolo, il Ministro del tesoro, su proposta del Ministro
degli  affari  esteri,  di concerto con il Ministro del commercio con
l'estero, puo' autorizzare di volta in volta il Mediocredito centrale
ad  emettere  prestiti  obbligazionari per conto del fondo, garantiti
dallo Stato, in lire o in valuta estera, per la concessione, anche in
consorzio  con enti o banche esteri, a Stati, banche centrali od enti
di Stato di Paesi in via di sviluppo, di crediti finanziari destinati
al  miglioramento  della  situazione  economica  e monetaria di detti
Stati,  tenendo  conto  della  partecipazione  italiana  a progetti e
programmi  di cooperazione approvati nelle forme di legge e diretti a
favorire  e  promuovere  il progresso tecnico, culturale, economico e
sociale di detti Stati)).
  Per  le  operazioni  di  cui  al  comma  precedente  potra'  essere
autorizzata  dal  Ministro  per  il tesoro in favore del Mediocredito
centrale la corresponsione di appositi contributi agli interessi.
  Il  Ministro  per  il  tesoro,  di concerto con il Ministro per gli
affari  esteri  e con il Ministro per il commercio con l'estero, puo'
autorizzare  gli  istituti e le sezioni speciali di credito a medio e
lungo  termine  di cui all'articolo 19 della legge 25 luglio 1952, n.
949,  a  concedere a Stati e banche centrali esteri crediti destinati
al rifinanziamento di debiti di detti Stati.
  Per  le  operazioni  di  cui al comma precedente il Ministro per il
tesoro  potra'  autorizzare  la  corresponsione  di  contributi  agli
interessi a valere sulle disponibilita' residue di cui all'articolo 3
del  decreto-legge  13  agosto  1975,  n. 376, convertito in legge 16
ottobre 1975, n. 492.