LEGGE 14 marzo 1977, n. 73

Ratifica ed esecuzione del trattato tra la Repubblica italiana e la Repubblica socialista federativa di Jugoslavia, con allegati, nonche' dell'accordo tra le stesse Parti, con allegati, dell'atto finale e dello scambio di note, firmati ad Osimo (Ancona) il 10 novembre 1975.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 21/05/1991)
Testo in vigore dal: 5-4-1977
                               Art. 8.

  L'onere derivante dall'attuazione della presente legge, valutato in
lire  300  miliardi,  sara' ripartito in quote annuali, in ragione di
complessive  lire  5  miliardi  per  gli  anni  1976  e 1977, lire 50
miliardi  per l'anno 1978, lire 75 miliardi per l'anno 1979 e lire 85
miliardi per ciascuno degli anni 1980 e 1981.
  I  relativi  stanziamenti saranno iscritti in appositi capitoli del
bilancio dello Stato.
  La   complessiva  quota  relativa  agli  anni  1976  e  1977  resta
determinata in lire 5.000 milioni.
  Alla  copertura  dell'onere  di cui al precedente comma si provvede
quanto  a lire 1.500 milioni mediante riduzione del fondo iscritto al
capitolo  6856 dello stato di previsione del Ministero del tesoro per
l'anno  finanziario  1976  e  quanto  a  lire  3.500 milioni mediante
riduzione  del  fondo iscritto al capitolo 9001 del medesimo stato di
previsione per l'anno finanziario 1977.
  Il  Ministro  per il tesoro e' autorizzato ad apportare, con propri
decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.
  Per   gli   anni   finanziari  successivi  al  1977,  con  apposita
disposizione  da inserire annualmente nella legge di approvazione del
bilancio   dello  Stato,  potra'  essere  modificato  sia  il  volume
dell'onere  recato dai predetti decreti delegati, sia la ripartizione
temporale dell'onere stesso.
  Il  Ministro  per il tesoro e' autorizzato a provvedere con proprio
decreto,   sulle  disponibilita'  degli  stanziamenti  anzidetti,  al
rimborso delle somme che la regione Friuli-Venezia Giulia deliberi di
anticipare   per   conto  dello  Stato  per  la  realizzazione  delle
infrastrutture  e  impianti  diretti al potenziamento delle attivita'
economiche  previste  dalla  presente  legge,  entro  i  limiti di un
ammontare massimo di lire 25 miliardi.

  La  presente  legge,  munita del sigillo dello Stato, sara' inserta
nella  Raccolta  ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica
italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
osservare come legge dello Stato.

  Data a Roma, addi' 14 marzo 1977

                                LEONE

                                                ANDREOTTI - FORLANI -
                                                 COSSIGA - PANDOLFI -
                                                 STAMMATI - MORLINO -
                                               LATTANZIO - GULLOTTI -
                                               DONAT-CATTIN - ANSELMI

Visto, il Guardasigilli: BONIFACIO