LEGGE 16 febbraio 1977, n. 37

Ulteriori miglioramenti delle prestazioni previdenziali nel settore agricolo.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2007)
Testo in vigore dal: 14-3-1988
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 4. 
 
  Con effetto dal 1° gennaio 1977 il contributo di cui all'articolo 3
della legge 27 dicembre 1973, n. 852, e'  fissato  nella  misura  del
3,50  per  cento  delle  retribuzioni   imponibili   dei   lavoratori
dipendenti di cui all'articolo 205 del testo unico delle disposizioni
per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le
malattie professionali, approvato con decreto  del  Presidente  della
Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124. (3) ((4)) 
  Con effetto dal 1° gennaio 1977 la quota  capitaria  annua  di  cui
all'articolo 4 della legge 27 dicembre 1973, n. 852, per i lavoratori
autonomi ed i concedenti di terreni  a  mezzadria  e  a  colonia,  e'
fissata nella misura di L. 750 per ogni unita' attiva  facente  parte
del  nucleo  coltivatore  diretto-allevatore  diretto,   colonico   o
mezzadrile. (1) (3) ((4)) 
  Il contributo di cui ai precedenti commi puo'  essere  variato  con
decreto del Ministro per  il  lavoro  e  la  previdenza  sociale,  di
concerto con il Ministro per  il  tesoro,  sentito  il  consiglio  di
amministrazione dell'Istituto nazionale  per  l'assicurazione  contro
gli infortuni sul lavoro in relazione  al  fabbisogno  annuale  della
gestione agricola. 
  Per gli esercizi successivi al 1977 tale variazione e' obbligatoria
qualora al termine di ciascun esercizio il disavanzo  della  gestione
risulti superiore del 10 per cento rispetto a  quello  dell'esercizio
precedente. (2) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (1) 
  Il D.L. 29 luglio 1981, n.402 convertito con modificazioni dalla L.
26 settembre 1981, n.537 ha disposto (con l'art. 7 comma 1) che  "Con
effetto dal 1 gennaio 1981 la quota  contributiva  capitaria  di  cui
all'art. 4, secondo comma, della legge 16 febbraio 1977,  n.  37,  e'
elevata a L. 30.000 annue ed a L. 15.000 annue per le aziende situate
nei  territori  montani  di  cui  al  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 29 settembre 1973, n. 601,  nonche'  nelle  zone  agricole
svantaggiate delimitate ai sensi dell'art. 15 della legge 27 dicembre 
1977, n. 984." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (2) 
  La L. 10 maggio 1982, n.251 ha disposto (con l'art. 13 comma 3) che
"Per i lavoratori autonomi ed i concedenti di terreni a  mezzadria  e
colonia a partire dal 1  gennaio  1984  la  quota  capitaria  di  cui
all'articolo 4 della  legge  16  febbraio  1977,  n.  37  cosi'  come
modificato dal decreto-legge 29 luglio 1981 n. 402,  convertito,  con
modificazioni, con legge 26 settembre 1981, n. 537, verra'  aumentata
in relazione al maggior onere derivante  dalla  presente  legge,  con
decreto del Ministro  del  lavoro  e  della  previdenza  sociale,  di
concerto con il Ministro del tesoro, su  proposta  del  consiglio  di
amministrazione dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro 
gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (3) 
  La L. 28 febbraio 1986, n.41 ha disposto (con l'art.  20  comma  1)
"La misura contributiva di cui all'articolo  4,  comma  primo,  della
legge 16 febbraio 1977, n. 37, e' elevata al 6 per cento a  decorrere
dal 1 gennaio 1986, al 7 per cento dal 1 gennaio  1987  e  all'8  per
cento dal 1 gennaio 1988. Per i lavoratori autonomi ed  i  concedenti
di terreni a mezzadria e a colonia, la quota capitaria annua, di  cui
all'articolo 4, comma secondo, della legge 16 febbraio 1977,  n.  37,
come modificata dal decreto-legge 29 luglio 1981, n. 402, convertito,
con  modificazioni,  nella  legge  26  settembre  1981,  n.  537,   e
dall'articolo 13 della legge 10 maggio 1982, n.  251,  e'  elevata  a
lire 100.000 a decorrere dal 1 gennaio 1986, a lire 150000 dal 1 
gennaio 1987 e a lire 250.000 dal 1 gennaio 1988." 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (4) 
  La L. 11 marzo 1988, n.67 ha disposto (con l'art. 9  comma  3)  che
"La misura contributiva di cui all'articolo  4,  primo  comma,  della
legge  16  febbraio  1977,  n.  37,  gia'  fissata  all'8  per  cento
dall'articolo 20, comma 1, della legge 28 febbraio 1986,  n.  41,  e'
elevata al 9 per cento dal 1 gennaio 1988. Per i lavoratori  autonomi
ed i concedenti  di  terreni  a  mezzadria  e  a  colonia,  la  quota
capitaria annua, di cui all'articolo 4, secondo comma, della legge 16
febbraio 1977, n. 37, come modificata  dal  decreto-legge  29  luglio
1981, n. 402, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 settembre
1981, n. 537, e dall'articolo 13 della legge 10 maggio 1982, n.  251,
gia' fissata in lire 250.000 dall'articolo 20, comma 1,  della  legge
28 febbraio 1986, n. 41, e' aumentata di lire 50.000  dal  1  gennaio
1988, di ulteriori lire 100.000 dal 1 gennaio 1989 e di ulteriori 
lire 100.000 dal 1 gennaio 1990."