LEGGE 22 dicembre 1975, n. 685

Disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope. Prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 08/05/2010)
Testo in vigore dal: 23-6-1985
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 28.
                              Sanzioni

  Chiunque,  senza  essere  autorizzato,  coltiva  le piante indicate
nell'articolo   26,   e'   assoggettato   alle   sanzioni  penali  ed
amministrative stabilite per la fabbricazione illecita delle sostanze
stesse.
  Chiunque   non   osserva   le   prescrizioni   e  le  garanzie  cui
l'autorizzazione  e'  subordinata,  e' punito, salvo che il fatto non
costituisca  reato  piu'  grave,  con l'arresto sino ad un anno o con
l'ammenda da lire centomila a lire quattrocentomila.
  ((In  ogni caso le piante illegalmente coltivate sono sequestrate e
confiscate. Si applicano le disposizioni dell'articolo 80-ter)). (2a)
----------------
AGGIORNAMENTO (2a)
  La  Corte Costituzionale, con sentenza 28 gennaio-22 febbraio 1983,
n.   31   (in   G.U.   1a  s.s.  02/03/1983,  n.  60)  ha  dichiarato
l'illegittimita'  costituzionale  della  presente  legge  nelle parti
concernenti  le  attribuzioni  delle  regioni,  in cui, relativamente
all'ambito  territoriale  del  Trentino-Alto Adige, non statuisce che
dette attribuzioni spettano alle province di Trento e Bolzano.