LEGGE 3 giugno 1975, n. 160

Norme per il miglioramento dei trattamenti pensionistici e per il collegamento alla dinamica salariale.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/1998)
Testo in vigore dal: 1-1-1999
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 28.
               Percentualizzazione del contributo base

  L'obbligo  del  versamento dei contributi assicurativi base, di cui
alle  tabelle  A  e  B  allegate  al  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  27  aprile  1968,  n.  488,  e successive modificazioni e
integrazioni,  e'  soddisfatto mediante l'applicazione delle seguenti
aliquote  sulla  retribuzione  imponibile  determinata  a norma delle
vigenti disposizioni:
    0,11   per  cento  delle  retribuzioni  dei  dipendenti  soggetti
all'assicurazione per l'invalidita', la vecchiaia ed i superstiti;
    0,01   per  cento  delle  retribuzioni  dei  dipendenti  soggetti
all'assicurazione contro la disoccupazione involontaria;
    0,01   per  cento  delle  retribuzioni  dei  dipendenti  soggetti
all'assicurazione contro la tubercolosi;
    0,01  per cento delle retribuzioni dei dipendenti per i quali sia
dovuto  il  contributo a favore dell'Ente nazionale assistenza orfani
dei lavoratori italiani.
  Restano  ferme, ai fini della determinazione della pensione secondo
le  norme  in  vigore antecedentemente al 1 maggio 1968, le classi di
contribuzione di cui alle tabelle A e B del citato decreto.
  L'articolo  5,  comma  quarto,  del  decreto  del  Presidente della
Repubblica 26 aprile 1957, n. 818, e' abrogato. ((5))
---------------
AGGIORNAMENTO (5)
  La  L. 23 dicembre 1998, n. 448 ha disposto (con l'art. 3, comma 1,
lettera  b)  che "i contributi destinati alle finalita' del soppresso
Ente  nazionale per l'assistenza agli orfani dei lavoratori italiani,
di  cui  all'articolo  28  della  legge  3  giugno  1975,  n.  160, e
all'articolo  unico  del  decreto  del Presidente della Repubblica 30
agosto 1956, n. 1124".
  Ha  inoltre  disposto  (con  l'art.  3, comma 1, lettera c) che "il
contributo per l'assicurazione obbligatoria contro la tubercolosi, di
cui all'articolo 28 della legge 3 giugno 1975, n. 160, e all'articolo
2 del decreto del Presidente della Repubblica 2 febbraio 1960, n. 54,
e successive modificazioni e integrazioni".