LEGGE 28 aprile 1975, n. 135

Aumento delle misure della indennita' mensile per il servizio di istituto alle Forze di polizia e attribuzione di un supplemento giornaliero della stessa indennita' per il personale dell'Arma dei carabinieri, dei Corpi delle guardie di pubblica sicurezza, della guardia di finanza e degli agenti di custodia e per i sottufficiali, guardie scelte e guardie del Corpo forestale dello Stato.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 22/09/1995)
Testo in vigore dal: 7-10-1995
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 2.

  A  decorrere  dal  1  aprile  1975,  al personale contemplato nella
tabella  n.  1  allegata  alla  legge 23 dicembre 1970, n. 1054, e ai
sottufficiali,  guardie  scelte  e  guardie del Corpo forestale dello
Stato  e'  attribuito  un  supplemento  giornaliero  di indennita' di
istituto  nella  misura  di lire 1.300 per ogni giornata di effettiva
presenza in servizio.
  Se la presenza in servizio cade in giorno festivo il supplemento e'
di lire 1.800 al giorno. Il supplemento e' dovuto nella stessa misura
se  il turno di servizio si effettua tra le ore 22 e le ore 6, per un
numero di ore non inferiore a 4.
  Per il personale militare addetto a turni di servizio continuativo,
eccezionalmente  di durata non inferiore alle 12 ore comprendenti una
prestazione notturna di almeno 8 ore, il supplemento e' di L. 3.300.
  Al  personale  di  cui  al  presente  articolo, in caso di malattia
limitatamente  al  periodo  di  degenza e in caso di ferite o lesioni
traumatiche  limitatamente  al  periodo  necessario per la guarigione
clinica,  quando  sia  intervenuto il riconoscimento di dipendenza da
causa  di  servizio, la indennita' e' corrisposta nella misura di cui
al primo comma.
  E'   abrogato   l'articolo   11  della  legge  4  agosto  1971,  n.
607.(2)(3)((4))
---------------
AGGIORNAMENTO (2)
  Il  D.P.R.  10aprile 1987 n. 150 ha disposto (con l'art. 7) che "1.
Il  supplemento  giornaliero  dell'indennita'  di  istituto  previsto
dall'art.  2  della  legge  28 aprile 1975, n. 135, viene corrisposto
nella  misura  di  L. 1700 per ogni giornata di effettiva presenza in
servizio. 2. Tale supplemento non e' corrisposto al personale che per
qualsiasi  motivo non presti servizio, fatta eccezione per le assenze
dovute ad infermita' od infortunio dipendente da cause di servizio, e
per  le  assenze previste dagli articoli 88 e 90 della legge 1 aprile
1981,  n.  121.  3. Gli importi dell'indennita' per lavoro notturno e
festivo  attualmente  in vigore, sono incrementati rispettivamente di
L. 200 per ciascuna ora e di L. 1000 per ciascun turno. 4. I benefici
di  cui  al  presente  articolo  decorrono  dal primo giorno del mese
successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto".
--------------
AGGIORNAMENTO (3)
  Il D.P.R. 5 giugno 1990 n. 147 ha disposto (con l'art. 11 commi 1 e
2)   che  "Il  supplemento  giornaliero  dell'indennita'  d'istituto,
previsto dall'art. 2 della legge 28 aprile 1975, n. 135, nella misura
stabilita  dall'art.  7,  comma  1,  del decreto del Presidente della
Repubblica  10 aprile 1987, n. 150, per il personale che, a turno, e'
tenuto  ad  assicurare  l'obbligo  di  cui  all'art. 64 della legge 1
aprile 1981, n. 121, cosi' come disciplinato dall'art. 32 del decreto
del   Presidente  della  Repubblica  28  ottobre  1985,  n.  782,  e'
quintuplicata  per  ciascun turno, con effetto dal 1 luglio 1990. Con
decreto  del  Ministro  dell'interno,  di concerto con i Ministri del
tesoro  e  per  la  funzione  pubblica,  e' fissato il contingente di
personale  della Polizia di Stato da poter impiegare nei turni di cui
al  comma 1. La maggiorazione di cui al comma 1 non e' cumulabile con
quella  prevista  nell'art.  12"; (con l'art. 12 commi 1 e 2) che "Il
supplemento    giornaliero   dell'indennita'   d'istituto,   previsto
dall'art.  2  della  legge  28  aprile  1975,  n.  135,  nella misura
stabilita  dall'art.  7,  comma  1,  del decreto del Presidente della
Repubblica  10  aprile  1987,  n. 150, e' triplicato per il personale
impiegato  nei  servizi  esterni,  ivi  compresi  quelli di vigilanza
esterna  agli  istituti  di  pena, organizzati in turni sulla base di
ordini  formali di servizio. Tale maggiorazione non e' cumulabile con
quella  di  cui  all'art.  11 ed ha decorrenza dal 1› luglio 1990. Il
supplemento  giornaliero  di  cui  al comma 1 e' quintuplicato per il
personale  chiamato  a prestare servizio in attivita' di istituto nei
giorni di Natale, 26 dicembre, Capodanno, Pasqua, lunedi' di Pasqua e
Ferragosto".
---------------
AGGIORNAMENTO (4)
  D.P.R.  5  giugno  1990, n.147 come modificato dal D.P.R. 31 luglio
1995,  n.  395, ha conseguentemente disposto (con l'art. 11 commi 1 e
2) che "a decorrere dal 1 novembre 1995, al personale che assicura la
presenza  qualificata  di cui al suddetto articolo e' corrisposta una
indennita' nella misura di L. 8.500 lorde per ciascun turno".