LEGGE 26 luglio 1974, n. 343

Modifiche alle norme sulla liquidazione e concessione dei supplementi di congrua e degli assegni per spese di culto al clero.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 13/03/1980)
Testo in vigore dal: 29-8-1974
                              Art. 33.

  Agli  effetti  dell'imposta  sul  reddito  delle  persone fisiche e
dell'imposta  locale  sui  redditi  le  congrue  ed  i supplementi di
congrua corrisposti sui bilanci del Fondo per il culto e del Fondo di
beneficenza  e di religione nella citta' di Roma, sia per concessione
delle  amministrazioni  suddette, sia per concessione anteriore dello
Stato,  qualunque  ne  sia  l'origine  e  la  causa, sono considerati
reddito  di lavoro dipendente e classificati nella categoria C di cui
all'articolo  6  del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  29
settembre 1973, n. 597.
  Gli  assegni  di congrua sono corrisposti al lordo delle somme gia'
stanziate,  nei  bilanci  delle amministrazioni che li corrispondono,
per  fare  fronte  agli  oneri  di  spesa,  che  erano a loro carico,
relativi all'imposta sui redditi di ricchezza mobile.
  L'articolo  73  del  regio  decreto  29  gennaio  1931,  n. 727, e'
soppresso.