LEGGE 9 gennaio 1973, n. 3

Integrazioni e modificazioni al testo unico approvate con decreto del Presidente della Repubblica 9 agosto 1967, n. 1417, concernenti la nuova disciplina degli iscritti negli elenchi provinciali dei sostituti.

Testo in vigore dal: 14-2-1973
attiva riferimenti normativi
La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; 
 
                   IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 
 
                              PROMULGA 
 
  la seguente legge; 
                               Art. 1. 
 
  L'articolo  125  del  testo  unico,  approvato  con   decreto   del
Presidente della  Repubblica  9  agosto  1967,  n.  1417,  modificato
dall'articolo 8 della legge 12 marzo 1968, n. 259, e' sostituito  dal
seguente: 
  "Alla  sostituzione  del  personale  di  cui  alla   tabella   XXIV
dell'articolo 119 del decreto  del  Presidente  della  Repubblica  28
dicembre 1970, n. 1077, addetto al recapito, ai servizi interni, allo
scambio ed al trasporto  degli  effetti  postali  ed  ai  servizi  di
ricevitoria, che sia assente per congedo, malattia  od  altre  cause,
nonche' alla copertura dei posti di nuova istituzione o  vacanti  per
cessazioni e sospensioni dall'impiego o per chiamata o richiamo  alle
armi dell'agente, si provvede con gli iscritti in un apposito  elenco
tenuto presso ogni direzione provinciale, sempre che non vi si  possa
provvedere con gli agenti di scorta  previsti  dall'articolo  17  del
presente testo unico. L'iscrizione nell'anzidetto elenco provinciale,
il quale dovra' comprendere un numero di sostituti  pari  al  30  per
cento dei posti, di cui alla citata tabella  XXIV  dell'articolo  119
del decreto del Presidente della  Repubblica  28  dicembre  1970,  n.
1077, in assegno alla direzione provinciale, esclusa  la  scorta,  si
consegue mediante  pubblico  concorso  per  titoli  da  bandirsi  con
ordinanza del  direttore  provinciale,  che  sara'  pubblicata  nella
Gazzetta Ufficiale. 
  Per essere  ammessi  al  suddetto  concorso  gli  aspiranti  devono
possedere i seguenti requisiti: 
    a) cittadinanza italiana; 
    b) eta' non  inferiore  ai  diciotto  anni  e  non  superiore  ai
trentadue, elevata  a  quarantacinque  in  favore  delle  vedove  del
personale postelegrafonico deceduto senza aver  maturato  il  periodo
minimo utile per il conseguimento della pensione; 
    c) buona condotta; 
    d) sana costituzione ed attitudine fisica alla particolare natura
del servizio da svolgere; 
    e) titolo di studio di licenza elementare. 
  Il 10 per cento dei posti disponibili di sostituto messi a concorso
e' riservato a favore degli orfani del personale  postelegrafonico  e
delle vedove  del  personale  postelegrafonico  deceduto  senza  aver
maturato il periodo minimo di servizio utile richiesto dalle  vigenti
disposizioni per il conseguimento della pensione. 
  Per  lo  svolgimento  e  la  definizione  del  concorso  stesso  si
applicano le norme  contenute  nel  testo  unico  delle  disposizioni
concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato,  approvato
con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio  1957,  n.  3,
nonche' nel decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 1970,
n. 1077. 
  La graduatoria e' formata dalla  commissione  provinciale  per  gli
uffici locali che procede alla valutazione dei  titoli  applicando  i
coefficienti  numerici  ed  i  criteri  preliminarmente  fissati  con
decreto del Ministro per le poste e le telecomunicazioni, sentita  la
commissione centrale per gli  uffici  locali.  Detta  graduatoria  e'
approvata   dal   direttore   provinciale   delle   poste   e   delle
telecomunicazioni e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale. 
  Il direttore provinciale, in base alla  graduatoria  del  concorso,
dispone con ordinanza  l'iscrizione  dei  vincitori  nell'elenco  dei
sostituti con effetto dal  primo  giorno  del  mese  successivo  alla
formazione della detta graduatoria. 
  L'iscrizione nell'elenco e' mantenuta fino al compimento dell'eta' 
di sessantacinque anni"