LEGGE 25 novembre 1971, n. 1096

Disciplina dell'attivita' sementiera.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 27/02/2021)
Testo in vigore dal: 14-3-2021
aggiornamenti all'articolo
                              Art. 37. 
 
  1. In deroga alle disposizioni di cui all'articolo 12, primo comma,
il Ministro delle politiche  agricole  e  forestali  stabilisce,  con
proprio decreto, le modalita' per consentire che i produttori  aventi
sede  in  Italia  vengano  autorizzati  a  commercializzare   piccoli
quantitativi  di  sementi  a  scopi  scientifici  o  per  lavori   di
miglioramento genetico. 
  2. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 2 FEBBRAIO 2021, N. 20)). 
  3. Nel caso di  prodotti  sementieri  geneticamente  modificati  si
applica solamente la deroga di cui al comma  1  e  a  condizione  che
siano state adottate tutte le misure appropriate per il rispetto  del
principio di precauzione e delle disposizioni del decreto legislativo
n. 92 del 1993,  e  successive  modificazioni,  al  fine  di  evitare
effetti nocivi sulla salute umana e sull'ambiente, anche con riguardo
alle eventuali conseguenze sui  sistemi  agrari  tenuto  conto  delle
peculiarita' agroecologiche e pedoclimatiche. 
  4. ((COMMA ABROGATO DAL D.LGS. 2 FEBBRAIO 2021, N. 20)). 
                                                                 (11) 
 
------------- 
AGGIORNAMENTO (11) 
  Il D.Lgs. 24 aprile 2001, n. 212 ha disposto (con l'art. 18,  comma
1) che "La commercializzazione  delle  sementi  appartenenti  ad  una
categoria ammessa in base alle disposizioni vigenti prima della  data
di entrata in vigore del presente decreto legislativo  e'  consentita
fino al 30 giugno 2003".