LEGGE 14 dicembre 1970, n. 1088

Miglioramento delle prestazioni economiche a favore dei cittadini colpiti da tubercolosi.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 29/12/2000)
Testo in vigore dal: 13-9-1975
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 9.

  ((Le  amministrazioni  statali  anche  ad ordinamento autonomo, gli
enti  pubblici  e tutti i datori di lavoro del settore privato aventi
un  numero  di dipendenti superiore a quindici unita' hanno l'obbligo
di   conservare   il  posto  ai  lavoratori  subordinati  affetti  da
tubercolosi  fino  a sei mesi dopo la data di dimissione dal luogo di
cura  per  avvenuta  guarigione  o  stabilizzazione,  con mansioni ed
orario adeguati alle residue capacita' lavorative.
  La  conservazione del posto, salvo che disposizioni piu' favorevoli
regolino  il  rapporto  di  lavoro,  non  comporta  riconoscimento di
anzianita'.
  In  caso  di  contestazione sull'inadeguatezza del reinserimento al
lavoro  valgono  le norme di cui all'articolo 20 della legge 2 aprile
1968,  n.  482,  che  prevedono il sopralluogo del collegio sanitario
Provinciale)).