LEGGE 23 giugno 1970, n. 503

Ordinamento degli istituti zooprofilattici sperimentali.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 23/10/1996)
Testo in vigore dal: 2-5-1974
aggiornamenti all'articolo
                               Art. 6.

  Gli  istituti  zooprofilattici  sperimentali  sono  organizzati  in
laboratori,  il numero e le attribuzioni dei quali sono stabiliti nei
regolamenti  di  cui  all'articolo  18;  in ogni caso e' istituito un
laboratorio per gli esami delle analisi dei campioni di carni e degli
altri alimenti di origine animale, prelevati d'ufficio ai sensi della
legge  26  febbraio  1963,  n.  441,  e inoltre un laboratorio per le
analisi  di  campioni  di mangimi per l'alimentazione degli animali e
degli  integratori  per  mangimi prelevati dagli organi del Ministero
della  sanita' ai sensi della legge 15 febbraio 1963, n. 281. Di tali
laboratori   possono   avvalersi   anche   gli   organi  delle  altre
amministrazioni    dello    Stato   preposte   alla   vigilanza   per
l'applicazione della legge 15 febbraio 1963, n. 281.
  Gli   istituti  che  svolgano  taluna  delle  attivita'  produttive
indicate  nell'articolo  4,  o  gestiscano centri per la fecondazione
artificiale   devono   istituire   appositi   reparti  con  impianti,
attrezzature,  personale  e  gestione  contabile separati dagli altri
laboratori.
  ((Gli istituti zooprofilattici sperimentali, oltre ai laboratori di
cui  al  precedente  primo  comma,  debbono  istituire un laboratorio
specializzato   per   le   ricerche   scientifiche   e   le  diagnosi
relativamente alle malattie di cui alla legge 23 gennaio 1968, n. 34,
provvedere  alla  specializzazione  del proprio personale veterinario
presso istituti e laboratori scientifici dei Paesi esteri e curare la
collaborazione tecnico-scientifica con i predetti istituti. A seguito
degli  accordi  di  cooperazione  tecnica  e  scientifica nel settore
veterinario  tra  l'Italia  ed  i  Paesi  esteri,  il Ministero della
sanita'   puo'   autorizzare  uno  o  piu'  istituti  zooprofilattici
sperimentali  a  prestare la assistenza tecnica del proprio personale
per   il   raggiungimento  delle  finalita'  previste  negli  accordi
stessi)).