LEGGE 16 maggio 1970, n. 281

Provvedimenti finanziari per l'attuazione delle Regioni a statuto ordinario.

(Ultimo aggiornamento all'atto pubblicato il 28/08/2014)
Testo in vigore dal: 6-6-1970
                               Art. 6.
                         Ricorsi e sanzioni.

  Ferma  restando  l'azione  giudiziaria dinanzi al giudice ordinario
avverso  l'accertamento  e la riscossione nonche' per il rimborso dei
tributi  regionali,  puo'  essere  proposto,  in  luogo  dei  ricorsi
previsti  dalle  leggi  relative ai corrispondenti tributi erariali e
comunali, il ricorso in via amministrativa al presidente della giunta
regionale.
  Qualora   il   contribuente   abbia   presentato   ricorso  in  via
amministrativa,   l'azione   giudiziaria  non  puo'  essere  proposta
trascorso  il termine di sei mesi dalla notificazione della decisione
amministrativa.
  Per  le  infrazioni  alle  norme  relative  ai tributi regionali si
applicano  le  disposizioni  delle  leggi statali che disciplinano le
corrispondenti imposte erariali e comunali.
  Le   sanzioni  amministrative  sono  applicate,  con  provvedimento
motivato,   dal  presidente  della  giunta  regionale.  Avverso  tale
provvedimento  l'azione  giudiziaria  deve essere proposta, a pena di
decadenza, entro sei mesi dalla notificazione.